Blog header
Il Blog del Movimento Roosevelt.
Spazio aperto di discussione
.

Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Articoli in evidenza

Tutti gli articoli

La ferocia vaccinale spiegata da Philippe Guillemant

Vax no doubt 0fe2c
"Ora è uno strumento di emergenza che ci ha consentito un precoce ritorno alla quasi normalità... È destinato a sparire quando l’Italia raggiungerà la sicurezza che si ottiene con l’adesione di massa alla vaccinazione. E' l'unica via. Immagino che sarà necessario mantenere il green pass ancora tutto l'inverno, poi si vedrà"
.

Leggi tutto: La ferocia vaccinale spiegata da Philippe Guillemant

Il MR presenta il Programma di Rinascimento per Roma Capitale

Il MR presenta il Programma di Rinascimento per Roma Capitale


Presentiamo ad una attenta lettura e metabolizzazione, i 24 punti del Programma della Lista “Rinascimento Sgarbi-Cambiamo Roma” in lizza alle elezioni comunali di Roma Capitale.

E’ con grande soddisfazione che guardiamo ad un programma originato da un confronto fecondo tra la dirigenza di “Rinascimento” e quella del Movimento Roosevelt.

Si legga perciò:

“Rinascimento Sgarbi-Cambiamo Roma. Il Programma in 24 punti”

Leggi tutto: Il MR presenta il Programma di Rinascimento per Roma Capitale

Rinascimento rooseveltiano a Roma: 1

E’ cominciata una importante campagna elettorale per il Comune di Roma Capitale.

Il Movimento Roosevelt sarà protagonista di tale campagna con alcuni suoi esponenti.

Nel seguente video il Presidente MR Gioele Magaldi introduce un tema che diventerà centrale nei prossimi giorni:


https://www.facebook.com/BorderNIghtsRadio/videos/547634139803753/ 

Leggi tutto: Rinascimento rooseveltiano a Roma: 1

No al "Green Pass": Manifestazione del 28 Luglio a Piazza del Popolo

Manifestazione a Piazza del Popolo: no al "green pass", altro che flop!

Mercoledì 28 luglio si è tenuta la manifestazione NO GREEN PASS OBBLIGATORIO, organizzata dal Comitato Libera Scelta, in cui sono intervenuti anche esponenti dalla Lega. La manifestazione ha coinvolto varie piazze in tutta Italia, soprattutto nelle città di Milano, Torino, Palermo, Bologna, Padova, Trento, Imola, Rovigo, Rimini, Monza, Santa Teresa di Gallura, oltre naturalmente a Roma.
A questa Manifestazione, ha dato adesione anche il Movimento Roosevelt, che si pone contro ogni obbligo.
Pop1 9f58f
pop2 5c093

Leggi tutto: No al "Green Pass": Manifestazione del 28 Luglio a Piazza del Popolo

Prime iniziative contro il "Green Pass"

Primi "No" al Green Pass in tutta Italia: Roma Piazza del Popolo e Ostia
pop3 0ab7f

Sabato 24 luglio 2021, a Piazza del Popolo, si è tenuta una delle manifestazioni contro il famigerato "green pass", ovvero la certificazione verde Covid-19 che sarà in vigore dal 6 agosto in tutta la penisola, introdotta per controllare in molti luoghi al chiuso, dai bar alle palestre, passando per cinema, teatri e altri luoghi di ritrovo, la presenza di persone vaccinate (con una o due dosi), che posseggano ancora gli anticorpi che attestino la guarigione o che dimostrino la negatività di un tampone.
In piazza si sono ritrovate persone diverse, con diverse esperienze, molte delle quali si sono organizzate proprio grazie ai social e all’azione del network internazionale Worl Wide Demonstration, contro quello che, in base al decreto-legge del governo Draghi, diverrà un obbligo, almeno fino a quando il Parlamento non lo convertirà in legge o lo farà decadere.
I media mainstream si sono subito mossi a definirli "no-vax", "no-mask", cultori delle "fake-news" e pericolosi negazionisti, come ogni volta – dall’inizio di questa pandemia –  che qualcuno ha proposto una visione diversa da quella considerata "ufficiale".
Invece, a quanto pare, tra i manifestanti c’era gente vaccinata, altra con la mascherina e che, addirittura, era a conoscenza delle cure domiciliari precoci che hanno impedito, nella maggioranza dei casi, ospedalizzazioni gravi. Tutte persone, uomini, donne con bambini, giovani che sono andati in piazza chiedendo di poter rimanere liberi di scegliere e circolare.



pop1 41fdf

pop2 f175e

Leggi tutto: Prime iniziative contro il "Green Pass"

Consulta Generale MR: importanti decisioni su Assemblea Generale, Elezioni amministrative 2021 e politiche 2023

Elezioni amministrative 2021 e politiche 2023, Assemblea Generale il 23 ottobre 2021, nomine provvisorie MR: le importanti decisioni da comunicare e prendere oggi, venerdì 25 giugno 2021, dalle ore 19 in Consulta Generale MR

 

 
Facendo seguito a quanto elaborato nelle precedenti riunioni di Consulta Generale MR anticipate dai seguenti comunicati

https://www.movimentoroosevelt.com/iscriviti/mr-site/25-maggio-2021-torna-la-consulta-generale-mr.html

https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/comunicazioni/consulta-e-assemblea-generale-mr-aggiornamenti-del-22-aprile-2021.html

https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/comunicazioni/consulta-generale-mr-la-prima-riunione-telematica-il-1-aprile-2021.html

e alle mail di notifica dei giorni scorsi, confermiamo che oggi, a partire dalle ore 19 e fino alle 20:30/21 (assolutamente non oltre questo orario), avrà luogo una nuova, importante riunione di Consulta Generale MR.

Leggi tutto: Consulta Generale MR: importanti decisioni su Assemblea Generale, Elezioni amministrative 2021 e...

La morte di Robert Boulin, lo Stato francese citato in giudizio: articolo di Patricia Jolly su Le Monde

Con molto piacere riceviamo da parte di Fabienne Boulin e pubblichiamo il seguente articolo:

La figlia di Robert Boulin cita in giudizio lo Stato francese per «colpa grave», ritenendo che l'indagine sulla sua morte non avanza

Da più di quarant'anni, Fabienne Boulin lotta per far riconoscere che suo padre, allora ministro del lavoro in carica, non si è suicidato nel 1979, ma è stato vittima di un assassinio politico.

Di Patricia Jolly (Ramatuelle (Var), inviata speciale)

Pubblicato ieri alle 15.12, aggiornato ieri alle 17.43
RB d50a4
Il ministro del lavoro Robert Boulin esce dal palazzo dell'Eliseo il 26 settembre 1979, dopo aver partecipato al consiglio dei ministri. MARCEL BINH / AFP

Leggi tutto: La morte di Robert Boulin, lo Stato francese citato in giudizio: articolo di Patricia Jolly su Le...

L'EPIDEMIA DI COVID19 E L'INFANTILIZZAZIONE DEL MONDO

L’EPIDEMIA DI COVID19 E L’INFANTILIZZAZIONE DEL MONDO

 

Di Aligi Taschera

 

L'uomo è nato libero, e dappertutto egli è in catene”, scriveva J. J. Rousseau nel 1762. 

L’illuminismo è l’uscita dell’uomo dallo stato di minorità di cui egli deve imputare sé stesso. Minorità è l’incapacità di servirsi della propria intelligenza senza la guida di un altro. Imputabile a sé stesso è questa minorità, se la sua causa non dipende da un difetto di intelligenza, ma dalla mancanza di decisione e del coraggio di servirsi di essa senza essere guidati da un altro. Sapere aude! Abbi il coraggio di servirti della tua propria intelligenza! Questo dunque è il motto dell’illuminismo”, scriveva I. Kant nel 1783. Nel 1615 G. Galilei aveva scritto: “pare che quello degli effetti naturali che o la sensata esperienza ci pone dinanzi agli occhi o le necessarie dimostrazioni ci concludono, non debba in conto alcuno essere revocato in dubbioper luoghi della scrittura che avessero diverso sembiante”; e ancora, nel 1632: “Ci è bisogno di scorta nei paesi incogniti e selvaggi, ma nei luoghi aperti e piani i ciechi solamente hanno bisogno di guida; e chi è tale, è bene che resti in casa, ma chi ha gli occhi nella fronte e nella mente, di quelli si ha da servire per iscorta”. Dopo che “all’Anglo che tanta ala vi stese sgombrò primo le vie del firmamento” pare che indicasse la via anche all’illuminismo, sostenendo che nella conoscenza solo i ciechi hanno bisogno di guida, ma le persone sane devono basarsi esclusivamente sulle esperienze dei sensi e sul ragionamento, rifiutando autorità precostituite.

Leggi tutto: L'EPIDEMIA DI COVID19 E L'INFANTILIZZAZIONE DEL MONDO

La figlia di Robert Boulin, trovato morto nel 1979, cita lo Stato in giudizio per "colpa grave"

Dal giornale VAR Matin

Da la redazione Aggiornamento del 17/06/2021 alle 17:17 Publicato il 17/06/2021 alle 17:16

https://www.varmatin.com/justice/la-fille-de-robert-boulin-ministre-de-giscard-retrouve-mort-en-1979-assigne-letat-en-justice-pour-faute-lourde-695833

 

La figlia di Robert Boulin, ministro di Giscard trovato morto nel 1979, cita lo Stato in giudizio per "colpa grave"

Di fronte alla "mancanza di progressi" nell'inchiesta sulla morte del padre, la figlia di Robert Boulin, ministro trovato morto in uno stagno della foresta di Rambouillet nel 1979, ha citato lo Stato per "colpa grave" davanti al tribunale giudiziario di Parigi.

La famiglia di Robert Boulin vuole delle risposte, ma di fronte alla "mancanza di progressi" nell'indagine, passa alla velocità superiore. Fabienne Boulin-Burgeat, figlia di Robert Boulin, ministro trovato morto in uno stagno nella foresta di Rambouillet nel 1979, ha citato lo Stato per "colpa grave" davanti al tribunale di Parigi.

"Non dispero e continuo a credere nella giustizia perché sono decisamente democratica, ma sono 42 anni che aspetto che giustizia sia fatta, sono molto paziente, ma il fatto di non fare tutto cio’ che e’ necessario per conoscere la verità sulla morte di mio padre rovina la nostra democrazia", ha dichiarato Fabienne Boulin-Burgeat all'AFP.

Leggi tutto: La figlia di Robert Boulin, trovato morto nel 1979, cita lo Stato in giudizio per "colpa grave"

Translate

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio Video Gioele Magaldi

Massoneria on air archivio

Gioele Magaldi Racconta 300

Pane al Pane 300

Il Gladiatore 300