Blog header
Il Blog del Movimento Roosevelt.
Spazio aperto di discussione
.

Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Articoli in evidenza

Tutti gli articoli

Gioele Magaldi: fine del rigore. Draghi sta mantenendo la svolta promessa

Magaldi: fine del rigore, Draghi sta mantenendo la svolta promessa

Il presidente del Movimento Roosevelt: niente super-tasse per sostenere il debito e nuova tassazione universale per le multinazionali (grazie al G7 di Biden). Capitolo Covid: male l'assenza di un protocollo per terapie precoci, ma intanto le riaperture procedono e cambia il paradigma dell'emergenza, non conteranno più i "casi" ma solo le ospedalizzazioni

 


«Quando Mario Draghi afferma che occorre prepararsi meglio a eventuali nuove pandemie, non allude certo all'intenzione di replicare la gestione "terroristica" del Covid incarnata da Conte, fondata sull'arbitraria sospensione delle libertà democratiche». Avverte Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt: «Draghi ha sottolineato che siamo entrati in una nuova era: e di questo si può e si deve essere contenti». Autore del bestseller "Massoni" (Chiarelettere, 2014) ed esponente del network massonico progressista sovranazionale, Magaldi si considera tra i "costruttori" che, dietro le quinte, hanno favorito l'avvento a Palazzo Chigi del "nuovo" Draghi, tornato all'impostazione keynesiana dopo trent'anni di severo neoliberismo austeritario: «Non approvo il ritardo di Draghi nell'adottare un nuovo approccio terapeutico per fronteggiare il Covid, ma intanto il nuovo governo ha limitato i danni. E soprattutto, sul fronte economico, ha segnato l'inizio di una svolta epocale che archivia i decenni del rigore, verso un orizzonte "rooseveltiano" fino a ieri impensabile e insperabile».

Magaldi invita a rilevare i segnali anche internazionali che punteggiano le ultime settimane: «L'Italia ha riacquistato autorevolezza anche in politica estera, nell'area mediterranea e in sede europea». Il presidente del Movimento Roosevelt sottolinea poi il ruolo di Draghi nello «storico successo al G7, firmato da Joe Biden, per arrivare a una tassa universale sulle multinazionali, abolendo finalmente il vantaggio sleale dei paradisi fiscali». Dice Magaldi: è il frutto dell'azione di una rete massonica di segno progressista, nella quale milita storicamente un personaggio come Janet Yellen, già presidente della Fed e ora ministro del Tesoro negli Usa. «Si può notare come, ultimamente, sia stato "bastonato" Bill Gates, rappresentato come ispiratore di certe politiche emergenziali, e ora sia stata indebolita anche l'immagine dello stesso Anthony Fauci: le cose stanno cambiando in modo sfavorevole agli sponsor del sistema-Cina, che hanno utilizzato il Covid per tentare di ridurre i diritti democratici occidentali». E a proposito, aggiunge Magaldi: «Che fine ha fatto il Great Reset da incubo, nella versione distopica da alcuni evocata a Davos?».

Leggi tutto: Gioele Magaldi: fine del rigore. Draghi sta mantenendo la svolta promessa

Gioele Magaldi: Ufo, "antichi astronauti" e le superlogge massoniche

Magaldi: Ufo e "antichi astronauti", quello che le superlogge massoniche sanno sulla presenza "aliena" nel nostro pianeta


Il presidente del Movimento Roosevelt: rivelazioni imminenti da meditare con giudizio, come andrebbe fatto anche da parte di chi ostenta un approccio fideistico sull'attualità del Covid, esprimendosi in modo manicheo pro o contro i vaccini



Anche Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt e autore del bestseller "Massoni" (Chiarelettere, 2014), annuncia imminenti rivelazioni sul tema "alieno", su cui ormai si susseguono notizie dopo le recenti ammissioni di Barack Obama ("gli Ufo esistono") e l'annuncio, sempre da parte degli Usa, della pubblicazione di immagini eloquenti a partire dal 3 giugno 2021. «Comincerò a parlare di quello che si trova negli archivi delle Ur-Lodges a proposito di un tema ormai maturo, che è quello degli alieni o, se volete, degli Anunnaki», le "divinità" sumere, «cioè quei "creatori del genere umano" intesi come soggettività abitanti di altri pianeti, o comunque soggetti simili agli esseri umani, in quanto li avrebbero creati simili a sé: così almeno dicono i testi sumeri, da cui deriva tutta una narrazione contemporanea».

Leggi tutto: Gioele Magaldi: Ufo, "antichi astronauti" e le superlogge massoniche

Gioele Magaldi: critica a Nicola Bizzi per la demonizzazione dei vaccini, piuttosto usati per testare la nostra obbedienza

Magaldi: sbagliato demonizzare i vaccini, anche se il potere post-democratico li usa come strumento di dominio per testare la nostra obbedienza

Il presidente del Movimento Roosevelt critica Nicola Bizzi (editore di Aurora Boreale) per la sua criminalizzazione dei vaccini. E attacca il complottismo: i sacerdoti del mainstream fraudolento "ringraziano" il cospirazionismo, perché le accuse più surreali (le vaccinazioni come "strumento demoniaco, per depopolare il pianeta") sono l'alibi perfetto per continuare a compiere certe malefatte

«Non ho mai avuto paura del Covid, ero fin dall'inizio favorevole a "lasciar correre" il virus per raggiungere l'immunità di gregge. E ritengo che mediante il Covid siano state commesse nefandezze in danno dei diritti civili, politici e costituzionali, oltre che in danno della salute. Ma non ho nemmeno paura dei vaccini e non ritengo siano "uno strumento del demonio per annichilire l'umanità"». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, stigmatizza «le esternazioni di tesi tanto roboanti quanto indimostrabili, a volte anche surreali», da parte dei cosiddetti "complottisti", che diventano «l'alibi perfetto, per i "sacerdoti" del mainstream fraudolendo, per proseguire indisturbati la loro opera».

Sui vaccini, secondo Magaldi, occorre armarsi di senso critico e scientifico: «I vaccini attuali non sappiamo se produrranno mutazioni genetiche funeste. Coloro che li hanno concepiti dicono di no. Manca l'ultimo test, quello sugli umani: lo stiamo facendo noi. Ma questo non ha impedito, in passato, di vedere l'efficacia dei vaccini senza procurare chissà quale danno». Per Magaldi, «non si può obbligare la gente a vaccinarsi, ma non si può nemmeno demonizzare la vaccinazione anti-Covid». Insiste, il presidente "rooseveltiano": «Usate il cervello: le élite non hanno certo bisogno dei vaccini per "sterilizzare la popolazione" o "depopolare il pianeta"».

Leggi tutto: Gioele Magaldi: critica a Nicola Bizzi per la demonizzazione dei vaccini, piuttosto usati per...

Youtube rimuove il video MRTV sui medici che chiedono cure precoci: censura grave, nemmeno al tempo delle BR. Il MR ne chiede il ripristino

YouTube oscura i medici che chiedono cure precoci. Il Movimento Roosevelt: il virus batte ogni record, nemmeno le Br erano arrivate a tanto


Rimosso un video di MRTV con i sanitari in piazza a Roma. Roberto Hechich: censura mai vista nemmeno al tempo dei tentati golpe, cancellati diritti garantiti dalla Costituzione. Appello al governo: fate in modo che YouTube "restituisca" quel video
censura b99f7
La mano dei censori colpisce ancora: YouTube ha rimosso il video girato il 7 maggio a Roma da MRTV, la web-tv del Movimento Roosevelt, tra i medici in piazza per chiedere l'accesso alle cure domiciliari precoci contro il Covid. A intervistare i sanitari (tutti con mascherina) la giornalista Monica Soldano, attivista di primo piano del Movimento Roosevelt ed esponente dell'Ordine dei Giornalisti. «La manifestazione era stata regolarmente autorizzata dalla Prefettura: non si negava affatto la pericolosità del virus, ma si criticava la "vigile attesa" e si invocava la necessità di introdurre finalmente terapie tempestive, per curare i malati direttamente a casa, alla comparsa dei primi sintomi».

Leggi tutto: Youtube rimuove il video MRTV sui medici che chiedono cure precoci: censura grave, nemmeno al...

Contro la Costituzione: Libertà di parola e di pensiero negati

LIBERTÀ DI PAROLA E DI PENSIERO NEGATI

IL VIRUS RIESCE DOVE NEMMENO LE BRIGATE ROSSE ERANO RIUSCITE: LIMITARE LA DEMOCRAZIA E I DIRITTI CIVILI


Recentemente YouTube ha rimosso un video di MRTV, con l’avvertimento che se dovesse succedere un’altra volta, ci silenzieranno per una settimana. 

Il video non è andato perduto: lo potete ora consultare su telegram di MRTV e sul canale Movimento Roosevelt di Twitch, dove è stato caricato.
I link al fondo dell’appello. 

Leggi tutto: Contro la Costituzione: Libertà di parola e di pensiero negati

Gioele Magaldi: il sistema Covid-Cina, per un occidente post-democratico, dietro il divorzio tra Bill e Melinda Gates

Magaldi: c'è il sistema Covid-Cina dietro il divorzio tra Bill e Melinda Gates


Il presidente del Movimento Roosevelt: né gossip extraconiugale né deliri complottistici ("il vaccino come arma di sterminio") alla base della rottura tra i due. Semmai la Microsoft - e Melinda - prendono le distanze da Bill per evitare ripercussioni, dopo il suo cedimento al sistema di potere che ha usato Pechino per utilizzare il Covid come strumento destinato ad archiviare la libertà in Occidente


«La realtà supera la fantasia dei complottisti e la banalità mediatica del gossip». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, boccia entrambe le "false piste" evocate nel tentativo di spiegare i retroscena del clamoroso divorzio tra Bill e Melinda Gates, anche alla luce delle notizie che vedrebbero ridimensionato, nel colosso multinazionale dei computer, il ruolo del fondatore. «Sgombriamo il campo da equivoci», raccomanda Magaldi, esponente della massoneria sovranazionale di segno progressista e autore nel 2014 del saggio "Massoni", che svela il ruolo delle superlogge nel grande potere mondiale. «Dietro al divorzio dei Gates non c'è sicuramente una banale storia di relazioni extraconiugali, e neppure il fantasma agitato dal cospirazionismo, che in modo sgangherato imputa a Bill Gates la volontà di "depopolare" il pianeta attraverso pericolose campagne vaccinali».

Leggi tutto: Gioele Magaldi: il sistema Covid-Cina, per un occidente post-democratico, dietro il divorzio tra...

Gioele Magaldi: Disobbediamo alle restrizioni e chiediamo i danni

Magaldi: disobbediamo alle restrizioni e chiediamo i danni alle forze dell'ordine che dovessero comminare sanzioni


Il presidente del Movimento Roosevelt: lo stesso sindacato di polizia Supu avverte gli agenti che sono passibili di denuncia se impongono norme che violano la Costituzione, come la pretesa di indossare la mascherina all'aperto. «Intanto ci auto-denunciamo: il 1° Maggio a Roma ci siamo riuniti e assembrati, abbiamo cenato al ristorante e poi violato il coprifuoco, senza che la polizia si sia fatta vedere».



«Serve una rivoluzione silenziosa: disobbedire in massa a tutte le restrizioni imposte con decreti scritti da mentecatti, in aperta violazione della Costituzione». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, avverte le forze dell'ordine: è lo stesso Supu (sindacato unitario personale in uniforme) a spiegare ai suoi iscritti che sono passibili di denuncia, se comminano sanzioni sulla base di norme incostituzionali come l'obbligo di portare la mascherina all'aperto. «Attraverso gli avvocati del suo servizio di Sostegno Legale - annuncia Magaldi - il Movimento Roosevelt, che ha assistito moltissimi italiani colpiti da sanzioni nel periodo del lockdown, sta ora valutando la possibilità di rivalersi sugli agenti che comminassero ulteriori sanzioni, inclusa quella per violazione del coprifuoco: i verbalizzatori ne risponderebbero personalmente in sede civile, con richiesta di risarcimenti pecuniari». Il Supu è esplicito: si rischia la condanna a sborsare 15.000 euro, più le spese processuali.

Leggi tutto: Gioele Magaldi: Disobbediamo alle restrizioni e chiediamo i danni

Translate

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio Video Gioele Magaldi

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300

Massoneria on air archivio 300