Blog Header
Democrazia nel mondo 2009 01

A colors radio tra neoliberismo, populismo e liberalismo

Oggi ho avuto il piacere di partecipare alla trasmissione Massoneria On Air del sempre seguitissimo David Gramiccioli e l’onore di prendere il post di Gioele Magaldi nella seconda parte della registrazione.

Leggi tutto...

A proposito di muri e giudici “progressiti”...

Avevo citato in breve i metodi del “progressismo” e dei “progressisti” da cui i Progressisti dovrebbero prendere le distanze a voce alta (vedi anche e soprattutto il livello mafioso prima e post Brexit, Trump, Referendum in Italia ed altre situazioni), in questo pezzo:

Leggi tutto...

Due parole sulla “pericolosissima” Marine Le Pen...

Dopo Brexit, Trump, il NO al Referendum in Italia ed altre situazioni e persone non gradite ai “piani” dei veri governanti, un ennesimo “pericolo” scuote il Mondo intero, una parte del Mondo intero (i prestatori della finanza privata internazionale?): la “pericolosissima” Marine Le Pen...

Il Mondo intero è “concentrato” (poco?) contro il nuovo “nemico” da abbattere...

Leggi tutto...

Le 16 “BALLE” - o fake news - della grande stampa per cercare di screditare Donald Trump

Il giornalista di “The Federalist”, Daniel Payne, ha divulgato una lista di 16 “BALLE”  - o fake news - propagandate dalla grande stampa per cercare di screditare Donald Trump.

Di seguito la lista.

Leggi tutto...

Borghesia da “Contessa” o Borghesia da Rivoluzione; intellighenzia Sveglia!

Anche io appartengo a quelli che “il populismo non si sopporta”. A quelli che “Non si possono trovare soluzioni facili a problemi difficili.” E a quelli che “ I populisti puntano solo a distruggere, senza saper costruire un’alternativa valida e credibile.” O meglio, appartenevo a queste persone.

Leggi tutto...

Un grande cantiere rooseveltiano in fermento. A breve il calendario esplicativo. E intanto ecco un magnifico volantino sintetico di presentazione del Movimento Roosevelt, curato da Raffaele Beleggia, brillantissimo membro della Sezione Giovanile MR

Senza riposo e con ostinata determinazione, gran parte del gruppo dirigente MR sta lavorando ad una serie di iniziative che, da marzo ad aprile, faranno molto rumore nel panorama politico italiano ed europeo.

E il “rumore”, anche quando si scatena la censura e il silenziamento forzato di alcuni organi mediatici eterodiretti in senso oligarchico e antidemocratico, nell’era dei social media e della globalizzazione del web, arriva comunque alle orecchie di tutti e di ciascuno…

Leggi tutto...

Il Populismo è come il rutto libero di Fantozzi

Fantozzi 1 bc1d7
Ascoltando una delle performance di Maurizio Crozza, dove imitando Freccero, paragonò la vittoria di Trump al rutto libero dell’America, mi è venuto da pensare al Populismo in generale, come ad una sorta di liberazione decongestionante, un rutto liberatorio, senza voce e contenuto, palesato, maleducato, volgare, sfacciato.

Leggi tutto...

Mr. Butskell sta per morire?

Sulle pagine dell’Economist, il 13 febbraio 1954, per mano di Norman Macrae, nasceva Mr. Butskell, una figura destinata a diventare molto importante nella politica del Regno Unito (e sconosciuta ai più al di fuori).

Nell’articolo citato, l’Economist argomentava che erano così tante le somiglianze politiche fra il conservatore Butler, e il laburista Gaitskell, che si poteva pensare al sistema britannico come governato, appunto, dal signor Butskell, e dal suo movimento, il “butskellismo”. Un famoso analista politico inglese (RT McKenzie) commentò:

“due grandi strutture monolitiche ora si fronteggiano, e si scontrano furiosamente sugli argomenti, tutti minori, che li separano”

Leggi tutto...

La pace appesa

Girovagando nel web alla ricerca di articoli e spunti di riflessione, mi e’ sempre più difficile non notare il livello di preoccupazione che molte voci, anche autorevoli, esprimono sui crescenti investimenti in armamenti che i maggiori stati mondiali stanno portando avanti, in una escalation bellica che negli ultimi anni si e' andata rafforzando fino a raggiungere quota 1.7 miliardi di dollari nel 2015 (penny più penny meno..), pari al 2,3% del PIL mondiale, in accordo ai dati SIPRI.

Leggi tutto...

POVERTÀ

La povertà è la condizione di singole persone  o collettività umane  nel loro complesso, che si trovano ad avere, per ragioni di ordine economico, un limitato (o del tutto mancante nel caso della condizione di miseria) accesso a beni  essenziali e primari, ovvero a beni e servizi  sociali d'importanza vitale. Questa definizione tratta da Wikipedia, non soddisfa pienamente il “povero”, il quale non si sente soltanto limitato economicamente, e ciò neanche in caso di miseria e/o impossibilità di accesso a beni e servizi  sociali d'importanza vitale.

Leggi tutto...

Cerca nel Blog

Login Form

Gestione Cookies

EU e-Privacy Directive

Questo sito web usa i cookie per gestire autenticazione, navigazione, e altre funzioni.
Usando questo sito, si accetta che questi files possano essere scritti sul vostro computer.

Consulta la nostra Privacy Policy

Consulta i documenti della e-Privacy Directive

Hai rifiutato di usare i cookies. Questa azione può essere riveduta.

Hai accettato che i cookies vengano scritti sul tuo computer. Questa autorizzazione può essere revocata.