Blog header
Il Blog del Movimento Roosevelt.
Spazio aperto di discussione
.

Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Articoli in evidenza

Tutti gli articoli

Mercoledi in salute MR n.2: Che cosa sono gli studi scientifici e come funzionano

Mercoledì in salute n.2: Che cosa sono gli studi scientifici e come funzionano

Nel secondo appuntamento di un Mercoledì in salute, Nino Laudani, Segretario del Dipartimento Salute del Movimento Roosevelt, risponde alle seguenti domande:

• Gli studi scientifici…. cosa sono esattamente?
• Come vengono classificati gli studi clinici?
• Sono tutti parimenti validi?
•Cosa è la Evidence Based Medicine.
• Come si fa e chi paga la ricerca scientifica?
• Domande varie dal pubblico.

https://www.youtube.com/watch?v=UvJrP-0gPDs&fbclid=IwAR2_BrbZY0jNJrmrdqjzzJd7YmNip-FJBFcGYtHQYXVSeoee9ZVCeAJAgsg

IL MARCHIO E IL SONNO

Stamattina al mio risveglio pensavo alla fase 2 e alle altre fasi che verrano.
Mi chiedevo se questo mondo che verrà si sarebbe accontentato delle mascherine o avrebbe voluto dalle nostre vite qualcosa in più. Dopotutto siamo stati disponibili ed accondiscendenti a cedere la libertà pur di non ammalarci, ormai la soglia del possibile credo sia stata superata e forse un'Apocalisse all'amatriciana quasi realizzata.

"Inoltre obbligò tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi, a farsi mettere un marchio sulla mano destra o sulla fronte. Nessuno poteva comprare o vendere se non portava il marchio, cioè il nome della bestia o il numero che corrisponde al suo nome".

Il marchio sulla fronte è stato fin troppo facile, come in "1984" non si sono accontentati di mescolare alla verità delle bugie, ma hanno impresso nella testa di molti che quella bugia fosse elevata a verità, un marchio nel modo di pensare.
E quindi ora che i maiali vanno a due zampe, ed ora che le notizie hanno la pantente di veritiere o fake, non secondo l'attinenza con la realtà, ma secondo una patente di verità autoreferenziale, sappiamo di certo che tutti i cittadini sono uguali, ma alcuni sono più uguali di altri.

Leggi tutto: IL MARCHIO E IL SONNO

5G, vaccini e Ministero della Verità: complottismo e negazionismo nell'Era del Coronavirus

Mazzucco 3e7b9

Vaccini e 5G sono di gran voga, in tempi di coronavirus, nella cosiddetta narrativa complottista. Ne parla anche Massimo Mazzucco, denunciando il "ministero della verità" allestito a Palazzo Chigi e la spettacolare, duplice manovra in atto da parte dell'establishment: da un lato si raccomanda la fruizione dei soli media ufficiali (spesso i primi a spacciare "fake news") e dall'altro si criminalizzano le fonti alternative di informazione. Esemplare il caso del Patto per la Scienza di Burioni, che chiede addirittura ai magistrati di spegnere "ByoBlu", reo di avere ospitato uno scienziato "eretico" come Stefano Montanari. L'allarme di Mazzucco è esplicito: c'è da temere che si approfitti del coprifuoco imposto dal coronavirus per poi magari limitare la nostra libertà di informazione anche domani, quando l'emergenza sarà finita. Motivo: social, video e blog vantano ormai milioni di visualizzazioni, dunque rappresentano una potenziale minaccia per chi volesse mentire agli italiani attraverso i canali ufficiali della comunicazione tradizionale.

Leggi tutto: 5G, vaccini e Ministero della Verità: complottismo e negazionismo nell'Era del Coronavirus

Magaldi: soldi a tutti, subito e senza debiti. Se Conte fallisce con l'Ue, arrivi Draghi

Il presidente del Movimento Roosevelt: ritardi vergognosi nell'assistere la popolazione costretta a non lavorare. Italia senza visione sanitaria: e se poi il virus riesplode, torniamo a chiudere in gabbia gli italiani?

 

 

 

«Se Giuseppe Conte non riesce a ottenere dall'Ue neppure gli eurobond, si faccia da parte e lasci il posto a Mario Draghi». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, attacca il governo: «E' vergognoso che non sia ancora arrivato neppure un euro a chi ne ha disperato bisogno, ed è folle chiedere a famiglie e aziende - come si è fatto - di indebitarsi in banca: in una situazione come questa, andrebbe garantito a tutti un "reddito d'emergenza", a fondo perduto, come proposto da Mario Draghi nel suo recente intervento sul "Financial Times"».

Leggi tutto: Magaldi: soldi a tutti, subito e senza debiti. Se Conte fallisce con l'Ue, arrivi Draghi

Mafia, Ue, Covid: tramonta il paradiso dei cretini

Borsellino 66e2b

Quattro mesi fa, a "Border Nights", Gianfranco Carpeoro fece una dichiarazione clamorosa: Paolo Borsellino, assassinato a Palermo proprio mentre la Prima Repubblica stava crollando sotto i colpi di Mani Pulite, aveva fatto una scoperta sconcertante. E cioè: da anni, Cosa Nostra finanziava politici europei di prima grandezza, alcuni dei quali tuttora in auge in paesi come Francia, Germania e Olanda. Obiettivo: contribuire all'assetto oligarchico di un'Ue progettata per sottomettere le popolazioni, spingendo i governi (costretti all'austerity) a trasformarsi in arcigni esattori. Vittima predestinata, il Belpaese. Un grande disegno: indebolire le possibilità di tutti, tranne pochissimi. E se in tanti ormai hanno messo a fuoco la tragedia storica dell'ordoliberismo eurocratico che ha sventrato prima la Grecia e poi l'Italia, Borsellino - già all'inizio degli anni '90, in odore di Maastricht e tra il giubilo dei Romano Prodi di turno - ne avrebbe prima intuito e poi scoperto anche la componente mafiosa, cioè il ruolo finanziario (nella politica europea) di un player impresentabile come la criminalità organizzata. Un partner-ombra, oscuro e ambiguo quanto la catena di comando che il 19 luglio 1992 ordinò che venisse azionato il fatidico detonatore in via D'Amelio, facendo poi sparire subito la tristemente famosa "agenda rossa" da cui il magistrato non si separava mai.

Leggi tutto: Mafia, Ue, Covid: tramonta il paradiso dei cretini

Cadono i dogmi del neoliberismo

Davanti all'emergenza economica causata dal Coronavirus cadono i dogmi del neoliberismo e di un sistema economico che ha messo il benessere della collettività in mano ai mercati. Sia la sedicente destra che la sedicente sinistra sono superate, nelle loro proposte politiche. Anche il finto europeismo è giunto al termine. C'è bisogno di proposte e chiavi di lettura nuove.


https://youtu.be/W1iy4OinPmc

 

Mercoledì in salute MR N.1: Strumenti dialettici per comprendere il virus

Mercoledi in salute n.1: Strumenti dialettici per comprendere il virus

In questo momento di emergenza medica e sociale, abbiamo dovuto imparare velocemente il significato di significanti e parole finora poco utilizzati. Come funziona un virus? Qual'è la differenza tra tasso di mortalità e di letalità? Nino Laudani spiega come comprendere davvero le dichiarazioni che vengono fatti nei media.

https://www.youtube.com/watch?v=DrZTxBfrmAI

La tettonica a zolle applicata all'Europa

137 h 7f0cf

LA TETTONICA A ZOLLE APPLICATA ALL'EUROPA
Se non ora quando
l'Europa assomiglia sempre più a un insieme di zolle che si scontrano, si sfiorano, si separano, secondo movimenti e cause molto più profonde di esse.

Come già scritto in un post precedente https://blog.movimentoroosevelt.com/blog/2329-se-non-ora-quando.html?fbclid=IwAR35Uh2KD55RWHsQkLgzFs3-tHEFZqN_7nVaJOzZtk0bELZGzVmuCzCpYsY

cresce sempre più il disagio dell'opinione pubblica europea sulle posizioni intransigenti, neoliberiste degli stati dell'Europa del Nord. Anche lo Spiegel, parla di rifiuto tedesco gretto e vigliacco, sempre più esponenti contrari agli eurobond si stanno trasformando in possibilisti e chiedono emissioni da 1000 miliardi, non c'è mai stato un fronte così numeroso tra i paesi europei per l'abbandono delle politiche neoliberiste. Sembra quasi che in fondo molti animi covasse un disagio sempre più profondo per certe politiche e che le adesioni e dichiarazioni di facciata celassero invece la paura di esporsi e di fare il primo passo, paura svanita di fronte a una paura ancor più grande..Paura che però potrebbe tornare se non si alimenta e s'incoraggia tale momento Lo stesso Ministro delle Finanze tedesco ha definito la politica olandese attuale, immonda, dopo che il ministro portoghese aveva definito il premier olandese disgustoso. (linguaggi diplomatici assolutamente fuori dal normale, badate bene, inconcepibili se non di fronte a fratture enormi e inconciliabili, e che un secolo fa avrebbero potuto far scatenare una guerra). Ma, attenzione, non dimentichiamo che spesso Germania e il suo vassallo Olanda, oppure Finlandia hanno giocato al poliziotto buono e a quello cattivo per indurre gli avversari a più miti consigli. La Germania è sincera nella mediazione o è un trucco? E la sessa Francia , che guida al fianco dell'italia il fronte dei governi "antineoliberisti" potrebbe rivelarsi inaffidabile, poiché raggiunti i propri interessi potrebbe abbandonare il campo. Mai fidarsi di Macron che molto spesso fa esattamente l'opposto di quello che dice. Quello che c'è di nuovo, appunto, è la convergenza delle opinioni pubbliche europee, o almeno di una parte molto più consistente che nel passato (e la sua importanza è rilevantissima, perché l'Europa, o si fa dal basso, o non si fa) accompagnata da una Angela Merkel che assomiglia sempre più alla figura del Francesco Giuseppe del 1914, stanca, malata, che sta perdendo la sua lucidità, incapace di adattarsi velocemente alla situazione e al traino di eventi molto più grandi, soprattutto più rapidi delle sue capacità di reazione, tanto da essere esposta a venti di direzioni opposte senza oramai la capacità di incanalarli.

Leggi tutto: La tettonica a zolle applicata all'Europa

Se non ora quando?

L’Europa, quella vera, democratica e solidale, o si fa dal basso o non si fa.
AchwHm1 39aaa

L’Europa, quella vera, democratica e solidale, o si fa dal basso o non si fa.

Ogni comunità, per rafforzarsi e crescere deve essere basata sulla reciproca solidarietà. Solidarietà che la corrosiva politica neoliberista ha minato pesantemente.

Se non ora, quando?

Durante l’incontro New European Perspectives n.1: The conversation begins, https://www.youtube.com/watch?v=T_fx0KmryDw&feature=youtu.be&fbclid=IwAR2iERbWYkGlPveXD3dCsgl_910Nyclz4FT3VNl3thiSCOGBIAJZineeGMQ                                    Marianne Ranke-Cormier sottolineava come, la solidarietà tra i paesi europei, che assolutamente non avviene a livello di governi, dove esiste in seno alla dis-unione europea una sorta di lotta tra gang per la supremazia, in un contesto antidemocratico, neoaristocratico e non rappresentativo, sta invece crescendo a livello di cittadini, di popolazione, in contrasto con le politiche dei loro governi. La maggioranza si sente solidale con gli Italiani e gli Spagnoli e critica fortemente, dal basso, i governi tedesco e olandese, tanto che anche non solo le opposizioni, ma anche singoli esponenti dei partiti di governo accusano  gli atteggiamenti di chiusura degli esecutivi. I pazienti italiani trasportati in Germania sono un’iniziativa dal basso, delle strutture ospedaliere o al più dei singoli Land. Persino i giornali conservatori, quelli della pistola sopra il piatto di spaghetti, hanno cambiato atteggiamento, anche se in misura stereotipata e piena di luoghi comuni, come mostra la copertina di Bild (speriamo non sia solo la paura del disastro che per l’Europa sarebbe il suo abbandono da parte dell’Italia e, in prospettiva, degli altri paesi mediterranei) La gente comune e rimasta colpita: dalle reazioni degli altri paesi, si sono guardati allo specchio, e hanno deciso che non potevano essere dipinti in tal modo; dal fatto, decisamente inusuale, che il Ministro portoghese ha definito l’atteggiamento del suo omologo olandese, ripugnante,

Leggi tutto: Se non ora quando?

L'ignorante e i 400 miliardi di garanzie al prestito

Io sono ignorante. Nel senso che ignoro molte cose, mentre altre so di non saperle o non saperle bene.
Quindi da ignorante analizzo quello che ho capito delle misure appena annunciate nell'ultimo ennesimo decreto ed in particolare quei famosi 400 miliardi di "forze di fuoco".
Il primo punto per il quale ad un ignorante come me viene da pensare ad una misura inutile nel breve ma soprattutto nel lungo periodo è che risponde ad un mancato guadagno con un debito.
In pratica un imprenditore che costretto dall'emergenza - e quindi per forza maggiore - a chiudere, ha un crollo dei guadagni nel mese di marzo e presumibilmente anche ad aprile, ora il governo anziché dare soldi liquidi a quell'imprenditore perché tenga aperta la sua azienda, gli garantisce invece un presito con il quale può pagare tasse, lavoratori e indebitarsi anche se a tasso 0 sui mesi successivi nel quale il suo guadagno sarà decurtato di tasse e altri costi più il debito da rientrare.
Non mi sembra una soluzione seria ma un temporeggiamento stupido rimandando a domani il problema di oggi.
Il secondo tema, e qui viene fuori l'ignorante che è in me - nel senso che faccio fatica a comprendere le parole di Gaultieri e Conte che a volte mi sembrano muoversi tra il vacuo e il superfluoo - se ho capito bene il provvedimento, le banche dovrebbero prestare soldi che lo Stato garantirebbe ma che l'imprenditore dovrà restituire; ma la domanda è perché le banche dovrebbero prestare denaro liquido in un periodo e in un paese in crisi di liquidità?
Il mio dubbio è che la convenienza delle banche stia nel non privarsi di liquidità se non obbligate a farlo. Mi sembra una misura vicina all leva finanziaria di Juncker del 2014 finita in modo molto indegno negli annali delle misure inutili. Naturalmente da ignorante spero di non avere colto il problema.

Translate

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio Video Gioele Magaldi

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300

Massoneria on air archivio 300