Blog header

Il Movimento Roosevelt dalla parte dell'AMPAS

Il Movimento Roosevelt dalla parte dell'AMPAS

Riportiamo, qui allegato, il comuicato dell'AMPAS, il cui contenuto appoggiamo come Movimento Roosevelt, in quanto esprime le serie preoccupazioni come diritti civili che noi e tanti cittadini, ormai da settimane, sentiamo minacciati.

Medicina di Segnale Logo

Comunicato AMPAS del 21/4

Con serenità, ma anche con determinazione, i medici del gruppo della medicina di segnale (735 iscritti all’AMPAS, la nostra associazione, di cui tanti impegnati in prima linea), preoccupati per le possibili derive autoritarie in atto, desiderano fare chiarezza circa la possibilità che siano lesi dei diritti costituzionalmente garantiti per i cittadini.

1. Lesione libertà costituzionalmente garantite

In questo periodo sono stati gravemente lesi alcuni diritti costituzionali (la libertà di movimento, il diritto allo studio, la possibilità di lavorare, la possibilità di accedere alle cure per tutti i malati non-Coronavirus) e si profila all’orizzonte una grave lesione al nostro diritto alla scelta di cura. Tutto questo in assenza di una vera discussione parlamentare, e a colpi di decreti d’urgenza. Ci siamo svegliati in un incubo senza più poter uscire di casa se non firmando autocertificazioni sulla cui costituzionalità diversi giuristi hanno espresso perplessità, inseguiti da elicotteri, droni e mezzi delle forze dell’ordine con uno spiegamento di forze mai visto neppure nei momenti eversivi più gravi della storia del nostro paese.

Ora sta entrando in vigore un’app per il tracciamento degli spostamenti degli individui, in patente violazione del nostro diritto alla privacy, e che già qualcuno pensa di utilizzare per scopi extrasanitari.

Ma tra le lesioni più gravi ai nostri diritti costituzionali spicca quella legata al diritto di scelta di cura, ben definito sia nella costituzione che nel documento europeo di Oviedo. Noi medici siamo colpevoli di non aver adeguatamente contrastato, due anni fa, una legge che toglieva al pediatra di fatto ogni dignità e autonomia decisionale.

Ricordiamoci che una lesione di diritti non giustificata è sempre la premessa ad altre possibili lesioni.

Leggi tutto: Il Movimento Roosevelt dalla parte dell'AMPAS

Mercoledi in salute MR n.5: Verità, Libertà e Salute (2a Parte)

Mercoledi in salute n.5: Verità, Libertà e Salute, 2a parte

Anche oggi, cercheremo di chiarire i significati delle parole che quotidianamente inondano la nostra vita e… usiamo il plurale coscientemente perché i significati di quanto ascoltiamo o vediamo possono essere tanti alcuni noti e facili da comprendere, altri più nascosti e spesso evocativi di sentimenti che in maniera più o meno conscia possono cambiare la nostra percezione della realtà e i nostri comportamenti.

https://www.youtube.com/watch?v=K9TM3N065Wo

La sentenza della Corte di Giustizia tedesca: chi è il vero nazionalista?

Sentenza della Corte della Giustizia tedesca: o ci date il sangue dell'Italia o salta l'UE.

La sentenza delle Corte di Giustizia tedesca manda un messaggio inequivocabile alla BCE e alla Commissione europea” la nostra Costituzione viene prima dei trattati. Non provate a fermare ulteriormente le speculazioni finanziarie o noi facciamo saltare il banco”.
Insomma, il re è sempre più nudo, la sedicente europeista Germania rende sempre più esplicito il suo nazionalismo. Domandiamoci insieme: chi sono i sovranisti? chi i nazionalisti?

Nuova rubrica di geopolitica MR: aggiornamenti del Maggio 2020

Maggio 2020: aggiornamenti sulla situazione geopolitica

Roberto Hechich, Direttore Dipartimento per la Geopolotica e la Difesa del Movimento Roosevelt, da un aggiornamento su quello che è successo dal punto di vista della politica internazionale durante il periodo del Coronavirus.
Nel video vengono coperte tutte le questioni più scottanti, dalla tensione tra USA e Cina alla situazione libica.

Da oggi, parte una nuova rubrica di geopolitica, a cura di Marco Moiso, Vice-Presidente del Movimento Roosevelt.

https://www.youtube.com/watch?v=YgzxsgW-gNQ

Il Movimento Roosevelt: scandaloso Vito Crimi, vorrebbe tagliare le slot machine colpendo il terzo comparto industriale italiano, che da solo vale 150.000 posti di lavoro

Claudio Testa: inaccettabile ipocrisia, si strumentalizza la salute per servire interessi occulti, come per l'emergenza Covid. Gioele Magaldi: lo Stato "etico" e proibizionista favorisce la clandestinità mafiosa del business e premia modelli come quello cinese, contro cui ora gli Usa si scagliano per i ritardi e l'opacità nella gestione del coronavirus

 

 

Cartellino rosso per Vito Crimi, il grillino che in un tweet si augura che diventi permanente il lockdown per le slot machine. «A parte il fatto che non si capisce come un personaggio di tale mediocrità possa essere "capo politico" di alcunché - afferma Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt - vengono i brividi all'idea dello "Stato etico" e proibizionista, che nel caso della droga (come anche nella storica crociata contro l'alcol negli Usa) ottiene l'unico risultato di far esplodere il business della criminalità organizzata». Protesta Claudio Testa, dirigente del Movimento Roosevelt: «E' inconcepibile anche solo ipotizzare il taglio di quello che è il terzo comparto industriale italiano, dopo Eni e Fiat, visto che vale 103 miliardi di euro l'anno: il settore "gioco legale" (che include le slot, i gratta & vinci e il Superenalotto) è formato da 12.200 aziende, pari a 150.000 posti di lavoro, tra concessionari e noleggiatori, installatori, bar e altri esercenti. O forse Crimi pensa che questi siano lavoratori di serie B?».

Leggi tutto: Il Movimento Roosevelt: scandaloso Vito Crimi, vorrebbe tagliare le slot machine colpendo il terzo...

L'avvocato del diavolo

Al Pacino nel film Lavvocato del diavolo 56ca4

L'avvocato del diavolo ha una caratteristica su tutte, il suo aspetto: è insignificante. «Così, nessuno mi vede mai arrivare», dice Al Pacino, nel film, rimproverando l'allievo Keanu Reeves per la sua vanesia esuberanza giovanile. Che tipo di diavolo serve, per imbrogliare l'Italia? Prima di tutto dev'essere, appunto, insignificante: anonimo, grigio, sbiadito, meglio ancora se incerto nell'eloquio e quasi incespicante. Democristiano nell'indole, un po' di sinistra nell'apparenza e un po' para-grillino nella circostanza, se il vento gonfia le vele effimere di quel movimento, a sua volta perfetto per illudere e poi fatalmente tradire, abbandonando i fedeli (come sempre fa, ogni demonietto che si rispetti). Ma esiste, il diavolo? A parte i satanisti, a crederci - secondo Mauro Biglino - sono solo i credenti che hanno sempre letto male la Bibbia, o non l'hanno proprio letta mai: altrimenti saprebbero che il Satàn ebraico è solo un "pubblico ministero" in carne e ossa, un essere umano prescelto a turno, ogni volta diverso, per dirimere contese civilissime, alla luce del sole. Allora è il male, il diavolo? Nemmeno alla consistenza del male crede la prima religione comparsa sulla Terra, quella di Zoroastro: il male è solo distanza dalla luce, che non può mai essere inghiottita dalle tenebre (è il Sole, semmai, a mangiarsi il buio). L'ombra non ha vita propria, è solo momentanea lontananza. Però serve, il diavolo, eccome. Serve da sempre: a mettere paura. E infatti è proprio la paura, oggi, a paralizzare l'Italia.

Leggi tutto: L'avvocato del diavolo

Vito Crimi, slot machine e gioco d'azzardo: commento di Claudio Testa

Vito Crimi, slot machine e gioco d'azzardo.

Un commento al tweet di Vito Crimi del 30.04.2020 in cui si compiace della decisione di aver rinviato l’apertura del settore Intrattenimento e Gioco Lecito (Slot Machine) augurandosene addirittura la totale chiusura per sempre.
L’argomento, seppur controverso, tende a sottolineare la difesa delle libertà individuali e dell’autodeterminazione come espressione delle proprie libertà e della capacità di agire. Rivendica la parità dei diritti dei lavoratori senza alcuna discriminazione per categoria merceologica o settoriale.
Il tema delle dipendenze non si elimina attraverso il proibizionismo, che storicamente non ha mai sortito gli effetti desiderati, ma attraverso politiche che puntano alla crescita della consapevolezza e del benessere dei popoli, al superamento delle disuguaglianze sociali e ad un pieno sviluppo della persona umana come previsto nell’art. 3 della Costituzione.


https://www.youtube.com/watch?v=J-tGWJ2hdxQ

La rockstar Andrea Scanzi e l'Italia dei compagni di merende

Scanzi e Conte b038f

Cos'è più avvilente, in questa primavera italiana? L'ex giornalista Andrea Scanzi o l'ex politico Pierluigi Bersani? Il primo intasa i social network per svelare agli italiani la loro immensa fortuna: essere governati da Giuseppi, cioè l'unico premier europeo che vanta almeno due record assoluti, il maggior numero di morti da Covid e il maggior numero di persone rimaste senza assistenza economica, sull'orlo della disperazione. Il secondo, lo Smacchiatore, dopo aver promosso a pieni voti il professor Monti e il suo micidiale pareggio di bilancio in Costituzione, ora torna a dare segni di vita spiegando, in televisione, che tedeschi e olandesi fanno benissimo a massacrare gli italiani, notoriamente un popolo di lazzaroni e incalliti evasori fiscali. Se a festeggiare il fantasma di Bersani è un tripudio di pernacchie, tutt'altra accoglienza incoraggia invece l'autoproclamata “rockstar del giornalismo italiano” (testuale, dal suo profilo Facebook), il cui ego-mongolfiera ora si gonfia a dismisura, nei giorni del lockdown infinito, beandosi dello strabiliante punteggio raggiunto dai suoi gargarismi quotidiani: un milione e mezzo di "like" e oltre centomila visualizzazioni per le imperdibili dirette video. «Ma ho anche dei difetti», ci informa, umilmente magnanimo, il nuovo amicone di Giuseppi.

Leggi tutto: La rockstar Andrea Scanzi e l'Italia dei compagni di merende

Disequilibrare ancor di più i disequilibri, quello che la politica estera italiana non dovrebbe fare e invece fa

Purtroppo l'avevamo detto, proclamare un blocco unilaterale degli armamenti verso la Libia con una pura missione navale avrebbe favorito solo Haftar, che importa le armi dal confine terrestre. E non dimentichiamo che è stato proprio Haftar a rompere gli equilibri e ad aggredire Tripoli che, sull'orlo della capitolazione, è dovuta ricorrere al peloso e ingombrante aiuto di Erdogan e al riconoscimento delle pretese turche sulle risorse energetiche del Mediterraneo Orientale.

https://blog.movimentoroosevelt.com/blog/blog-dipartimenti/geopolitica-e-difesa/2308-irini-e-veramente-una-missioneutile-o-non-facciamo-altro-che-aggravare-la-situazione.html

Leggi tutto: Disequilibrare ancor di più i disequilibri, quello che la politica estera italiana non dovrebbe...

Bersani, l'Olanda e l'ultra conservatorismo della sedicente sinistra

Bersani, l'Olanda e l'ultra conservatorismo della sedicente sinistra

Due settimane fa Bersani ha dichiarato che in Italia non si muore di fame. Ieri, Bersani ha appoggiato la linea economica ultraconservatrice del falco olandese Mark Rutte. Ma la sinistra non doveva occuparsi di giustizia sociale invece che di far speculare la finanza?

https://www.youtube.com/watch?v=DCkig97s_5o
https://www.facebook.com/marco.moiso/videos/10222863858046896/UzpfSTEyOTAyNTMyMTY6Vks6MTE2NDM3NjA4NzIzNTAyMA/?epa=SEARCH_BOX

Sostegno Legale MR

In aggiornamento e riforma di quanto illustrato precedentemente in

https://www.movimentoroosevelt.com/news/per-dipartimento/comunicazioni/tre-iniziative-rooseveltiane-in-favore-dei-cittadini-consulta-giuridica-sportello-legale-e-task-forse-costituzionale-mr.html

l’Ufficio di Presidenza del Movimento Roosevelt, ascoltati diversi pareri interni al MR, ha deciso di unificare in un solo Organo interno le funzioni dello Sportello legale, della Task-Force costituzionale e della Consulta giuridica MR.

Tale Organo è il SOSTEGNO LEGALE MR.

Chi necessiti di consulenza o assistenza legale rispetto ad eventuali abusi amministrativi o penali e/o chi ritenga di aver subito vessazioni di natura anticostituzionale, potrà rivolgersi al SOSTEGNO LEGALE MR, scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , e otterrà un sostegno gratuito da parte di avvocati e giuristi esperti, coinvolti in questa iniziativa civile del Movimento Roosevelt.

Leggi tutto: Sostegno Legale MR

Libia e Medio Oriente: il virus delle relazioni internazionali

libia africa mena Sarraj Haftar sicurezza sud carburanti militari sabha confini terrorismo criminalità popolazione 784x348 6dcf6

Mentre noi non facciamo altro che a pensare al virus, come se tutto il resto si fosse fermato, il mondo inteso nella declinazione geopolitica, continua ad andare avanti, e in maniera sempre più inquietante. Sarraj oramai, in cambio della sua sopravvivenza, è costretto a un abbraccio sempre più mefistofelico con la Turchia, nostra avversaria in Eastmed ma anche in prospettiva in Libia dove potrebbe usare contro di noi non solo l'arma dell'immigrazione, ma anche quella della minaccia aile nostre fonti energetiche, anche off shore, libiche. Il commento di Yasar Yakis, ex Ministro degli Esteri turco su Arab News (che è pubblicato in Arabia Saudita, paese sul fronte opposto a quello turco almeno in Libia) (1) non è sicuramente super partes e va preso con le pinze, ma fa capire la degenerazione che si ha in Libia e i pericoli anche per noi.

Leggi tutto: Libia e Medio Oriente: il virus delle relazioni internazionali

Reddito di emergenza: nasce la Consulta Lavoro e Solidarietà

Aziende e associazioni chiedono il reddito di emergenza: è nata la Consulta Lavoro e Solidarietà

Dal lavoro del socio rooseveltiano Antonino Martino, fortemente impegnato nel sociale con l' Associazione Spazio Solidale, si è partiti a creare una massa critica che vuole proporre, sotto la supervisione dell'economista neokeynesiano Nino Galloni, Vice-Presidente del Movimento Roosevelt, mezzi con i quali la società potrà affrontare la situazione di emergenza, ammortizzando le perdite economiche e ripartendo con i criteri di dignità e giustizia sociale. 
Se la Consulta non verrà ascoltata dalle Istituzioni sarà pronta a scendere in piazza.

Si ringrazia della collaborazione Fabio Frabretti con l'intervista su Border Nights

https://www.youtube.com/watch?v=PzeepzygcAI

Mercoledi in salute MR n.4: Verità, Libertà e Salute

Mercoledi in salute n.4: Verità, Libertà e Salute

Cercheremo di chiarire i significati delle parole che quotidianamente inondano la nostra vita e... usiamo il plurale coscientemente perché i significati di quanto ascoltiamo o vediamo possono essere tanti, alcuni noti e facili da comprendere, altri più nascosti e spesso evocativi di sentimenti che in maniera più o meno conscia possono cambiare la nostra percezione della realtà e i nostri comportamenti.

https://www.youtube.com/watch?v=9rQzZ3cAbW4

Leggi tutto: Mercoledi in salute MR n.4: Verità, Libertà e Salute

Magaldi: milizie democratiche (e avvocati gratis per i cittadini sanzionati) contro gli abusi di un governo-fantasma, disperatamente aggrappato all'emergenza Covid

Il presidente del Movimento Roosevelt accusa Conte di speculare sulla durata del lockdowm, misura inutile e suicida, e annuncia clamorose iniziative. Un servizio legale gratuito, per difendere i cittadini colpiti da sanzioni ingiuste. E la creazione di Milizie Rooseveltiane per presidiare la democrazia, oggi minacciata dal potere emergenziale

 

 

 

«Mi stupisce la delusione di tanti italiani per l'ultimo discorso di Conte: che liberazione si aspettavano, il 4 maggio? Quella dal nazifascismo, appena celebrata, è costata lacrime e sangue. Una vera liberazione la si può fare soltanto se si è disposti a combattere». Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, annuncia due iniziative dirompenti. La prima si chiama Sostegno Legale. «Stiamo già raccogliendo moltissime segnalazioni, da parte di cittadini che in tutta Italia hanno subito abusi e sanzioni ingiuste, durante la quarantena: saranno difesi, in modo gratuito, dai nostri avvocati e dai tanti legali che stanno aderendo all'iniziativa». Capitolo secondo, la Milizia Rooseveltiana: «Stiamo arruolando cittadini in una milizia pacifica, nonviolenta, gandhiana, ma dura e ferma nel prepararsi a combattere le battaglie di domani, affinché nessuno provi a disciplinare socialmente le nostre collettività in senso antidemocratico e liberticida, proponendoci periodicamente un'emergenza dopo l'altra».

Leggi tutto: Magaldi: milizie democratiche (e avvocati gratis per i cittadini sanzionati) contro gli abusi di...

New European Perspectives n.2: The post-Covid Europe's educational challenge

New European Perspectives n.2: The post-Covid Europe's educational challenge.

The Covid crisis is accelerating the switch to a brand (brave) new world. A huge effort to bring global and European populations to the proper understanding of new realities is a must. Otherwise citizens will be left out in the old world while our state apparels and decision-makers will run full speed into the new one.
The only way to fill the 20 year-gap (between policy makers projected 10 years ahead and citizens lagging 10 years behind) lies in EDUCATION. The Europeans must put up a major educational plan to upgrade citizenship to the level that will enable us to invent and implement the new democratic model that it belongs to our continent to produce. Let's discuss the aims, contents and means of deployment of a really ambitious European educational plan !
What will post-COVID-19 Europe look like? Take advantage of the offered by this dramatic crisis to provide a humane response to the challenges of our societies. Join the debate, bring in your input and visions our New European Perspectives Lounge opens for you the Geopolitics Discussion Room with:

- Marie Helene Caillol, President - Laboratoire européen d'Anticipation Politique – LEAP (leap2040.eu), Publishing director - GEABbyLEAP (geab.eu)
- Oliver Bream McIntosh, Director of FuPro &Research Fellow at the Institute of Technology and Society
- Roberto Peron, Secretary of Dipartimento University & Research – Movimento Roosevelt
- Wessel Reijers, Board member Aegee Enschede, Max Weber Fellow European University, Diem 25
- Raphaële Bidault-Waddington, foresight expert, founder of LIID Future Lab.
And, Marianne Ranke-Cormier, President #CitizensRoute
- Maria Zei, Supervisor Movimento Roosevelt France https://www.facebook.com/Mouvement-Roosevelt-France-114681400254263/
Marco Moiso, Supervisor Movimento Roosevelt UK, vice president
- Movimento Roosevelt Roberto Hechich, Secretary of Dipartimento Geopolitica e Difesa
- Movimento Roosevelt Nino Galloni, Economist, vice president

This is the link to the event: https://www.youtube.com/watch?v=S8_ZuD9v16E&fbclid=IwAR0XRrcJGkR9yDIiEyjc3jUBSAF-3tyecluiCnWG8SCyuhxvUNbEZhtK-Ik

Leggi tutto: New European Perspectives n.2: The post-Covid Europe's educational challenge

Il Popolo che resiste e il popolo che obbedisce

25 Aprile 1945: donne e uomini liberavano l'italia perchè anteponevano alla propria vita la libertà di tutto un Popolo.
25 aprile 2020: donne e uomini chiusi in casa per salvaguardare la propria vita cedendo la libertà di tutto un popolo.

Il Popolo del '45 aveva la P maiuscola, perchè aveva scritto nell'anima la lezione di Dante "Libertà va cercando, ch'è sì cara, come sa chi per lei vita rifiuta".

Il popolo del 2020 attualmente ha la p minuscola, perché ha paura, si chiude in casa, preferisce abbracciarsi domanicede diritti civili sapendo che è incostituzionale, deroga alle proprie libertà, faticosamente e dolorosamente riacquisite nel '45, e distrugge la propria capacità produttiva già logorata da anni di ordoliberismo che hanno innalzato sulla croce la competitività di questo paese.

Però il popolo del '45 è arrivato al '45 passando attraverso l'omologazione del fascismo, per poi raddrizzare i sentieri della giustizia e ritrovare la via della resistenza, quel popolo che prima di Resistere, era un popolo che credeva, obbediva, combatteva. La realtà della distruzione ne ha liberati e moltiplicati i fermenti rivoluzionari.

Così questo popolo del 2020 è ancora in sonno, crede, obbedisce, combatte affacciato ai balconi, offrendo il vilipedio della resistenza al pensiero unico dominante, cantando Bella ciao comodamente affacciato alla propria prigione, il canto di chi invece moriva perchè quella prigione morale fosse scardinata per sempre.
Questo popolo solo ora forse inizia a prendere cognizione delle libertà perdute, dell'importanza della Costituzione e di tutti i diritti negati in questi 2 mesi, solo ora che forse si risveglia realizza che non stava resistendo, ma obbedendo al potere autoreferenziale di scienziati, tecnici e decreti, che credeva a chi lo relegava in casa senza speranza alternativa, e combatteva una battaglia non sua, ma tedesca, europea, o in un Deep State che lavorava e lavora contro il suo stesso interesse economico.
Forse solo ora questo popolo ha la statura mentale per diventare popolo, solo ora è pronto davvero a Resistere. Perchè la Resistenza si fa dando la vita che è certo bene supremo individuale, ma la libertà è un bene intellegibile collettivo, e senza libertà non c'è vita degna di questo nome.

Giulietto Chiesa e il Favoloso Mondo di Giuseppi

Sole Ingannatore 6b113

"Sole ingannatore". E' il titolo di un film capolavoro, del russo Nikita Mikhalkov, atroce quanto basta per far capire anche ai decerebrati cosa sia stato lo stalinismo, cosa sia una dittatura comunista di stampo sovietico. Cinismo, mancanza di pietà. E soprattutto: disinvoltura, nella menzogna. In una parola, alto tradimento. Lo choc è sanguinoso: la peggiore delle verità è il sale sulla ferita, e brucia. Succede quando all'eroe, portato via come un delinquente comune, brillano gli occhi all'idea di poter invocare la giustizia divina rappresentata dal Piccolo Padre. Non sa ancora, il generale pluridecorato, cosa gli sta succedendo. Stenta a capire, lo intuisce solo all'ultimo istante: è proprio lui, l'adorato dittatore, ad aver ordinato il suo arresto, il suo degradamento nell'ignominia che preparerà l'inevitabile damnatio memoriae. C'era un bel po' di Russia, nell'aria, domenica 26 aprile: si spargeva di ora in ora, anche attraverso i telegiornali, impegnati a dare il triste annuncio dell'improvvisa scomparsa di Giulietto Chiesa, singolare eroe italiano dell'informazione indipendente. E poi, a stretto giro, in prima serata, lo spettacolo del Sole Ingannatore: l'Avvocato del Popolo, impegnato a spiegare - a reti unificate - che gli italiani resteranno graziosamente prigionieri del coprifuoco anche dopo il 4 maggio, sempre limitati negli spostamenti, obbligati a dimostrare la necessità di ogni singolo passo fuori dalle mura del carcere domestico.

Leggi tutto: Giulietto Chiesa e il Favoloso Mondo di Giuseppi

Salotto Rooseveltiano n.5: Resistenza secolo XXI, reload

Salotto Rooseveltiano N.5: Resistenza secolo XXI, reload

Da che parte sta il partigiano? Cosa vuol dire resistenza nel XXI secolo? 
La Resistenza è una vocazione  da vivere passivamente, guardando al passato?
O la resistenza è un impegno quotidiano da perpetuare guardando al futuro?  

Ne parleremo oggi con : Gioele Magaldi - Presidente del Movimento Roosevelt
Nino Galloni - Economista, Vicepresidente del Movimento Roosevelt
Giranfranco Carpeoro - Scrittore, filosofo, Consigliere di Presidenza Mr, Commissario MR per la Lombardia
Pierluigi Winkler - Giurista, Vicepresidente del Movimento Roosevelt
Aldo Storti - Consulente nella gestione dei conflitti relazionali
Marco Moiso - Vicepresidente del Movimento Roosevelt
https://www.youtube.com/watch?v=5DVTbVpk8xw

Leggi tutto: Salotto Rooseveltiano n.5: Resistenza secolo XXI, reload

Translate

Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio MASSONERIA ON AIR

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300