Blog header
Il Blog del Movimento Roosevelt.
Spazio aperto di discussione
.

Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Articoli in evidenza

Tutti gli articoli

Cosa esce fuori dal NO al referendum?

Come era ampiamente prevedibile (eccetto naturalmente per le Agenzie di Rating private di proprietà delle stesse banche d’affari private che “decidono” sui rating degli Stati - incredibile, ma vero... - quindi per J.P. Morgan, Goldman Sachs, Morgan Stanley, Blackrock, Silicon Valley, Wall Street Journal, New York Times, Financial Times, Paìs, Times, Confindustria, Napolitano - membro della THREE EYES, potentissima Ur-Lodge segreta che ha utilizzato per 2/3 anni le mezze calzette poco affidabili della P2 per il “lavaggio dei piatti”... - e poi i vari Obama, Draghi, Merkel, Moscovici, Prodi, Junker, Barroso, Wolfgang Schaeuble, Scalfari, Fornero, Padoan, Bonino, il “Jovanotto”-Cherubini, Moccia, Gruber, Lerner, Santoro, tutti gli uomini dell'industria globale e dei mercati, quindi USA, UE, banche in generale, le potentissime compagnie assicurative, i vari “prestatori”... - e poi lui: mister “La più bella del Mondo” nun sadda MAI tuccà... quando c’era Berlusconi... poi sono arrivati al Governo i suoi amici PD e d’intorni e quindi, improvvisamente, “La più bella del Mondo” è diventata un pezzo di carta insignificante, na roba qualunque, come tutte le altre: strappatela, azzeratela, modificatela, stravolgetela, svendetela e fate subito... “nun è chiu a chiu bell ro munn!”), il Governo Padoan/Verdini/Boschi/Alfano/Casini/Renzi ha fallito i suoi intendi..

Leggi tutto: Cosa esce fuori dal NO al referendum?

“Io vorrei che si tornasse all'economia di Keynes”

Mi ero promesso che non avrei più parlato di quella che nella più pacata delle ipotesi considero la  “deforma costituzionale”, ma siccome la ritengo personalmente “gravissima” per tanti motivi, ne parlo per l’ultima volta.

Leggi tutto: “Io vorrei che si tornasse all'economia di Keynes”

“L’eredità di Fidel Castro”

Qualche giorno fa è venuto a mancare il Dittatore cubano Fidel Castro... Tornando ai soggetti felici “a tempo” e per interesse ideologico e personale di cui parlo nel pezzo “Chi non ha il coraggio di guardare in faccia la vera realtà non avrà alcuna possibilità di ‘vincere’...”, ho letto di martirizzazioni senza se e senza ma del personaggio in questione...

Leggi tutto: “L’eredità di Fidel Castro”

Chi non ha il coraggio di guardare in faccia la vera realtà non avrà alcuna possibilità di “vincere”...

Vedo facce sconsolate di soggetti felici “a tempo” e per interesse ideologico e personale ovunque. In sostanza la felicità “a tempo” dei soggetti ideologici e per interesse personale si manifesta nell’elogio incondizionato senza se e senza ma (spessissimo - praticamente quasi sempre - senza una motivazione pratica) e nel totale disprezzo e ripugnanza - sempre senza se, senza ma e quasi sempre senza un perché - dei vari soggetti ideologici a loro graditi o sgraditissimi (sempre o quasi sempre senza una motivazione pratica).

Leggi tutto: Chi non ha il coraggio di guardare in faccia la vera realtà non avrà alcuna possibilità di...

“Come lo spiegate che un settimanale liberista come l'Economist, sia per il NO?”

La domanda di cui sopra è stata posta da un lettore come commento ad un mio post.

La mia “personale” risposta: l’Economist dice di essere per il “NO”, spiegando che «il problema dell’Italia è la non volontà di fare le riforme».

Leggi tutto: “Come lo spiegate che un settimanale liberista come l'Economist, sia per il NO?”

"Le mie critiche al referendum”, di Paolo Mosca

Prima di entrare nel merito dei quesiti la mia critica al referendum è innanzitutto metodologica.

La democrazia è come una danza, porta con sé, oltre alle regole, un senso di eleganza.

Io cerco leader capaci di convincere, leader che sappiano creare consenso. Siamo di fronte a una legge fatta votare a colpi di maggioranza nel continuo tentativo di fregare l’avversario. Credo si debba ridare voce all’arte della diplomazia e alla bellezza del compromesso. Sì lo so, la parola “compromesso” suona male, ormai la confondiamo con la parola “inciucio”. Invece dobbiamo restituirle tutta la nobiltà che le è propria.

Leggi tutto: "Le mie critiche al referendum”, di Paolo Mosca

Il 4 dicembre bisogna assolutamente votare NO... secondo me!

In questo Mondo globalizzato al contrario da economisti e banchieri scellerati che hanno lavorato e lavorano quasi esclusivamente per devastare tutto quel che di buono era stato costruito negli anni del dopo guerra e dove l’attuale “Disunione Europea” ha dimostrato di essere un “peso massimo” nell’applicazione di queste politiche al contrario finalizzate a togliere agli Stati la loro ragion d’essere e d’esistere...

Leggi tutto: Il 4 dicembre bisogna assolutamente votare NO... secondo me!

Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 nella prospettiva rooseveltiana

Per comprendere la prospettiva politica rooseveltiana nelle sue varie componenti, in relazione al Referendum del 4 dicembre 2016, invitiamo all’ascolto e alla visione di:

Leggi tutto: Referendum costituzionale del 4 dicembre 2016 nella prospettiva rooseveltiana

Translate

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio Video Gioele Magaldi

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300

Massoneria on air archivio 300