Blog header

Iniziamo a dare seguito a quanto annunciato in

“Il Movimento Roosevelt e alcune sue importanti iniziative dei prossimi giorni”, articolo pubblicato il 7 dicembre sul Sito MR (clicca per leggere).

INTRODUZIONE PROGRAMMA UFFICIALE MR

In uno Stato democratico in cui il Popolo è sovrano ed in cui ogni cittadino è latore pro-quota di sovranità, tramite rappresentanza parlamentare/istituzionale e/o mediante strumenti di autentica democrazia diretta come referendum propositivi e abrogativi, possibilmente senza quorum), la politica è lo strumento principale attraverso il quale si deve esprimere la volontà popolare e si deve creare benessere per la collettività.

Secondo i principi social-liberali, la politica ha il ruolo e la responsabilità di creare una società armoniosa.

Una società dove i conflitti sociali siano ridotti al minimo, grazie al fatto che ogni cittadino/a possa trovare adeguata soddisfazione economica e psicofisica, in una dimensione di vita che valorizzi i talenti, le capacità e le aspirazioni di ciascuno.

In un clima laicamente virtuoso che consenta concretamente la realizzazione personale sul piano materiale, morale (e spirituale, per chi lo desideri, nei diversi modi- filosofici, religiosi, sapienziali ed iniziatici- in cui ci si può dedicare a coltivare dimensioni spirituali) a chi lo desidera deve essere garantita libertà di profitto e di impresa- senza malsane oppressioni fiscali e burocratiche- e l’orgoglio di poter contribuire proporzionalmente, insieme allo Stato e a tutti gli altri cittadini, al benessere della collettività oltre che al proprio legittimo successo e/o arricchimento personale.

Uno Stato dove i principi social-liberali e democratici abbiano effettiva applicazione, inoltre, deve garantire pari opportunità a tutti e un costo dei servizi erogati che siano, sempre, proporzionali alle possibilità economiche di ciascun individuo o nucleo familiare.

Uno Stato sostanzialmente (e non solo formalmente) democratico e social-liberale ha quindi il ruolo di bilanciare e tenere in armonioso equilibrio libertà individuali e diritti sociali, tramite una continua emissione, remissione e distribuzione di capitali pubblici che possano favorire l’incremento della ricchezza generale dei cittadini e la realizzazione e manutenzione costante di infrastrutture utili alla civile convivenza. Ciò, non sostituendosi ai privati, ma garantendo quelle condizioni economico-sociali, quelle risorse e quegli impulsi necessari ad un prospero sviluppo delle imprese private e di una piena occupazione lavorativa, distribuita fra settori pubblici e privati (il MR propone la costituzionalizzazione del Diritto al lavoro per ogni cittadino/a, secondo le modalità esplicate nello Statuto del Movimento Roosevelt).

Il fine ultimo della società social-liberale, in effetti, consiste nel garantire ad ogni individuo libertà dal bisogno, libertà dalla paura, libertà d’espressione e libertà di culto (le famose quattro libertà enunciate da Franklin Delano Roosevelt), nonché diritti universali (si veda la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani “matrocinata” da Eleanor Roosevelt), in uno sforzo costante per creare le condizioni necessarie al raggiungimento della felicità di tutti e di ciascuno.

d(i)ritti verso una società felice

PRESIDENZA E DIRETTORIO GENERALE DEL MOVIMENTO ROOSEVELT (www.movimentoroosevelt.com)

( Articolo dell’8 dicembre 2016 )
Commenti   
0 # RE: Introduzione al Programma ufficiale del Movimento RooseveltOvidio G 2016-12-11 16:48
Intervento pienamente condivisibile, nella sua totalita'.
L'unica critica costruttiva che vorrei fare e' che sarebbe necessario dare al cittadino, oltre che ai doveri sopra menzionati, anche le responsabilita' ed i doveri per rendere la societa' armoniosa ed equa.
Il processo di involuzione sociale ed economica dell'Italia e' stato imposto dall'alto, ma ha trovato terreno fertile in una collettivita' che talvolta (sempre piu' spesso) approffitta della mancanza di autorita' per evitare i propri DOVERI, innazitutto quelli imposti dalla legge e poi, sempre piu' spesso, quelli morali, soprattutto nella classe politico-dirigente.
Se non si parte dal basso, dai comportamenti quotidiani, dagli esempi virtuosi di chi e' al potere, sara' difficile immaginare una societa' piu' umana, piu' solidale e piu' equa.
L'armonia la si puo' costruire quando chi detiene il potere lo utilizza per gli altri, non per perpetuare le continue ruberie alla collettivita' che sono diventate cosa ordinaria e che aumenta la disillusione dei cittadini verso la politica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Aggiungi commento


Translate

Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio Video Gioele Magaldi

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300

Massoneria on air archivio 300