Blog header

Magaldi: gli italiani cacceranno a pedate quell'incapace di Conte, è arrivato il momento di pretendere che lo Stato faccia finalmente il suo dovere

 

 

Il presidente del Movimento Roosevelt: ingenti e immediati aiuti pubblici a tutti, a fondo perduto, per salvare l'economia italiana. E' urgente un governissimo guidato da Draghi, capace di trovare i soldi che mancano. E nel frattempo, nelle piazze, la Milizia Rooseveltiana farà sentire la sua voce, incalzando questo esecutivo di mascalzoni

 

 

 

Conto alla rovescia, per sfrattare Giuseppe Conte a furor di popolo. Lo annuncia Gioele Magaldi, presidente del Movimento Roosevelt, che preme per un governo di salvezza nazionale presieduto da Mario Draghi, con un unico obiettivo: mettere l'economia italiana in terapia intensiva, prima che sia troppo tardi. «I negozi erano vuoti già prima dell'emergenza: figurarsi adesso, che devono restare vuoti per legge. Le attività economiche salteranno: non se ne rende conto, questo governo?». A ricordarglielo provvedono iniziative "rooseveltiane" come il servizio di Sostegno Legale: avvocati gratis per i cittadini che si ritengono vittime di ingiuste sanzioni, subite durante il lockdown. Non solo: Magaldi non esclude azioni legali per chiedere risarcimenti: «Non si possono chiudere le attività economiche, lasciando i lavoratori senza veri aiuti finanziari: quelli di Conte, finora solo promessi, sono una miseria. Spiccioli fuori tempo massimo e soprattutto aria fritta, aiuti immaginari: credito oneroso, che le banche neppure concedono».

 

A mettere sotto pressione la politica sarà anche la Milizia Rooseveltiana, formazione prossima al debutto, nelle piazze: «Sarà un "teatro" nonviolento ma determinato, per rispondere all'ignobile "teatro" che Conte ha imposto agli italiani, con misure restrittive che hanno devastato l'economia senza incidere sul contenimento del coronavirus». Lo confermerebbero i dati: secondo Magaldi, «la situazione italiana è paragonabile a quella di paesi come Svezia, Belgio e Svizzera, che si sono ben guardati dall'imporre un lockdown all'italiana». Per il presidente del Movimento Roosevelt, «è venuto il momento di pretendere che lo Stato di diritto funzioni, con le buone o con le cattive: e per "cattive" intendo una mobilitazione costante e nonviolenta di cittadini organizzati e disciplinati, che sanno quello che vogliono e che inizieranno a lanciare un ultimatum al governo Conte, perché cominciano ad averne abbastanza».

 

 

Quella che Magaldi annuncia è una "lunga marcia", a oltranza: «Ci attende una rivoluzione, è venuto il momento di agire: vogliamo presentare le nostre richieste al governo e lottare fino alla fine, fino all'ottenimento dei risultati necessari a cambiare le cose con lungimiranza». Come? Nel modo che Draghi ha spiegato a marzo, nella sua lettera al "Financial Times": ingenti aiuti di Stato, a fondo perduto. Obiettivo: azzerare il paradigma dell'austerity finanziaria neoliberista. Per avere quei soldi serve un cambio di sistema, e Conte non ne è all'altezza. «L'alternativa, del resto, non esiste: continuare con l'attuale rigore vorrebbe dire condannare l'Italia all'agonia economica o cedere al sistema-Cina, da cui in questo frangente abbiamo pericolosamente mutuato l'autoritarismo assoluto». Attenzione: «Come previsto, la Cina è l'unica potenza a uscire indenne dalla tragedia Covid, "provvidenziale" per resuscitare la sua immagine dopo l'umiliazione inflittale da Trump per mettere un argine alla sua subdola espansione: la Belt and Road Initiative spesso diventa uno strangolamento debitorio, per i paesi coinvolti».

 

 

Tutto questo, secondo Magaldi, «ci deve far riflettere sulla matrice, sui mandanti della vicenda: è stata dolosa? E in quali momenti? Certamente c'è qualcuno che ci ha guadagnato molto, e questo qualcuno è il sistema cinese, a cui è stato permesso di entrare nel grande gioco della globalizzazione ma senza democratizzarsi». E oggi, aggiunge Magaldi, in Cina la libertà è concessa "a punteggio", in base al comportamento filogovernativo dei cittadini, strettamente monitorati: «Uno stile a cui tendono ad avvicinarsi le misure adottate in Italia». Democrazia azzerata, economia a pezzi: un disastro epocale. «Nel frattempo, le scimmiette al governo si azzuffano tra loro, non portano soluzioni, deludono le aspettative dei cittadini? Molto bene: aspettiamo che la delusione arrivi al giusto punto di cottura, e poi ci libereremo a calci nel culo di questi signori», avverte Magaldi, sicuro del fatto che a essere chiamato a Palazzo Chigi sarà proprio Draghi, «quando finalmente si capirà che a gestire una situazione come questa non possono essere i Conte, gli Speranza e i Di Maio, tutti figuranti mediocri e inetti».

 

 

Il presidente del Movimento Roosevelt scommette su «un governissimo a tempo limitato, con alcune cose da fare». Dopodiché, «se Draghi avrà saputo dare concretezza alle cose che ha detto», lo stesso ex numero uno della Bce potrebbe diventare presidente della Repubblica, carica da cui «continuare un'opera di trasformazione radicale del paradigma economico vigente in Italia e in Europa». Secondo Magaldi, Draghi sarà richiamato in servizio «quando i governanti e i partiti avranno il coraggio di ammettere che sono incapaci di trovare un degno rappresentante anche nei consessi internazionali». Nel frattempo, «forse, il popolo italiano (anche radunato nella Milizia Rooseveltiana) potrebbe fare pressione, perché gli attuali governanti se ne vadano». Magaldi li definisce «mascalzoni o piacioni inconcludenti, o addirittura semi-delinquenti: perché poi diventa delinquenza, quella di chi sequestra un paese, senza avere titolo né capacità di governare». Avverte il presidente "rooseveltiano": «Se poi non se ne vogliono andare, dobbiamo cacciarli a calci in culo, con democratiche manifestazioni di piazza, pacifiche e nonviolente».

 

 

Fonte: Gioele Magaldi Raccolta, su YouTube il 18 maggio 2020

https://www.youtube.com/watch?v=sR8XR6xjTaw

 

 

Sostegno Legale, per gli italiani sanzionati ingiustamente:

https://blog.movimentoroosevelt.com/sostegno-legale.html

 

Milizia Rooseveltiana, come "arruolarsi":

https://www.movimentoroosevelt.com/milizia-rooseveltiana.html

Commenti   
0 # Pienamente d'accordoPatrizio Pasquale 2020-05-19 07:32
Ho ascoltato con interesse le lucide descrizioni dello scenario politico del dott. Gioele e sono d'accordo e solidale. Vi seguo soprattutto per fiducia non avendo strumenti né capacità per valutare "tecnicamente" quanto dichiarate, ma visto che poco mi cale della mia anziana persona, ma moltissimo di quella del mio giovane figliolo, sono pronto nel mio piccolo a mandare a casa questi venduti, pagliacci e incompetenti.
Resta il fatto che la situazione è "inconcepibile" e drammatica, visto che sovrasta l'intero pianeta e non soltanto la "giullaresca" Italia.
Ho le mie ipotesi, a riguardo, basate non tanto su ciò che è stato detto e scritto, quanto su ciò che è stato occultato e tacitato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
Aggiungi commento


Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio MASSONERIA ON AIR

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300