Blog header

Operaio ILVA: Mittal trascura le commesse e così blocca la produzione. Una scusa per poter dismettere Taranto? Il Movimento Roosevelt: lo Stato intervenga subito


Durante lo sciopero di oggi, 10 Dicembre 2019, un operaio ArcelorMittal ci contatta per raccontarci quello che succede dietro le mura del suo impianto. Il racconto è devastante: la produzione sarebbe impedita e rallentata dalla mancanza di manutenzione e rifornimenti. Una strategia che se messa in opera coscientemente potrebbe giustificare la chiusura degli impianti; strumento per garantire ad ArcelorMittal di ridurre i costi, mantenere il portfolio clienti dell'ex ILVA, e realizzare profitti maggiori, dato che si alzerebbe il prezzo dell'acciaio.

Il Vicepresidente del MR il Dr. Nino Galloni, con una lunghissima esperienza nelle vertenze sindacali di industrie private e a partecipazione statale: “Ci sono le condizioni perché lavoratori e management si uniscano allo scopo di prendere in gestione l’azienda evadendo le commesse e salvaguardando la produzione. Un volano finanziario può esser dato dalla capitalizzazione degli ammortizzatori sociali per circa 400 milioni all’anno. La scommessa sarà sul mantenimento dei livelli competitivi internazionali. Se la sfida su tali mercati non funzionasse si aprirebbe l’alternativa tra la nazionalizzazione e forme protezionistiche ovvero un po’ e un po’. Ma sarei ottimista sulle nostre capacità tecnologiche di stare al passo coi tempi”.
https://www.libreidee.org/2019/12/operaio-accusa-cosi-mittal-perde-apposta-le-commesse/?fbclid=IwAR0a8KKkBbJKwpVFHPz_y9dCwOijctx6MJaGqXI-4OT9BuvOw50eYue98G8


Il Movimento Roosevelt non può certificare la veridicità delle affermazioni fatte ma data la loro gravità invitiamo le autorità competenti e i giornalisti italiani ad indagare, con la dovuta meticolosità, quello che potrebbe essere un abuso ai danni degli stabilimenti, dei lavoratori e del paese.

https://www.youtube.com/watch?v=cfHSZ4zmLFY&feature=youtu.be



***


Da un anno, le commesse di lavoro per l’ex Ilva vengono trascurate, nonostante la continua richiesta di acciaio di qualità prodotto a Taranto. Le fabbriche, dichiara, vengono lasciate prive dei materiali per la necessaria manutenzione degli impianti, e il fermo-macchine può durare anche un mese. Protesta Marco Moiso, vicepresidente del Movimento Roosevelt: «E’ inaccettabile l’inerzia dello Stato, di fronte allo strapotere dell’economia neoliberista. Il governo – dice Moiso – deve far luce rapidamente sulla situazione denunciata dalle maestranze, e intervenire senza perdere altro tempo».

 

https://www.gaiaitalia.com/2019/12/10/operaio-ilva-mittal-trascura-le-commesse-e-cosi-blocca-la-produzione-una-scusa-per-poter-dismettere-taranto-il-movimento-roosevelt-lo-stato-intervenga-subito/?fbclid=IwAR3O6ZkE3ppnl3qg1KZernkDxoqW0CYBvDW2X0lSPKtRR6jvWjn3ORfoq5w

Commenti   

+1 # GUERRA ECONOMICA e EmergenzeGiuseppe Palumbo 2019-12-11 11:22
Due articoli in serie entrambi…
Ma che bel quadretto, non per l’operaio che se si camuffa è perché altri prima di lui hanno denunciato, che so, come si smaltivano i veleni… e puniti dagli organi di vigilanza che hanno fatto come le tre scimmie per poi ventilare di chiudere la produzione per il nome della salute…
Scrisse M.V. Montalban nel 1994 “creare un fattore di disordine per poi in nome dell’ordine massacrare i dissidenti”. E Taranto è tra occupazione e morte per veleni della produzione.
Onore al dissidente che parla dall’acuto punto di vista dell’operaio.
Ma, Come non si sapeva che da Monti in poi (col lavoro preparatorio di Andreatta, Ciampi, Draghi, Prodi, Berlusconi) le banche vanno direttamente al potere… per fare filantropia secondo voi?
Come non sapevate chi è Mittal? Noi operai “stiamo sul pezzo” ma voi intellettuali non sapevate chi è Mittal? Nessuno del governo nipotino di Monti sapeva chi è Mittal?
Immagino che non lo sapesse Di Maio, non lo sapesse Grillo, non lo sapesse Salvini… ma nessuno del deep state (i consiglieri) sapeva chi è Mittal?
Qui è una tesi anno accademico 2007-2008 dal titolo GUERRA ECONOMICA (guerra che pare non esista) che analizza l’OPA di Mittal su Arcelor: la siderurgia europea di fronte alla globalizzazione finanziaria (e/o, aggiungo io, Banche e Junker da allora ad oggi dice niente?). openstarts.units.it/.../... Nessuno che ne sapesse e nessuno che abbia, quantomeno, consigliato di sentire il prof. Cimetta (che, a quanto risulta, ora insegna alla Cattolica), o qualcun altro che ne sapesse?
Ma da un paio di mesi lo sanno pure loro… la GUERRA ECONOMICA è TOTALE.
Quello che l’operaio descrive, dal suo legittimo punto vista occupazionale, è l’ansia o clima di “Emergenza”.
Ma non l’avete capito che la politica delle Banche (di cui in tanti e a tutte le latitudini sono i fidati maggiordomi) è creare l’Emergenza per poi in nome della Ordinarietà massacrare la normalità e creare il Nuovo Ordine Mondiale?
saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio MASSONERIA ON AIR

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300

Gestione Cookies

EU e-Privacy Directive

Questo sito web usa i cookie per gestire autenticazione, navigazione, e altre funzioni.
Usando questo sito, si accetta che questi files possano essere scritti sul vostro computer.

Consulta la nostra Privacy Policy

Consulta i documenti della e-Privacy Directive

Hai rifiutato di usare i cookies. Questa azione può essere riveduta.

Hai accettato che i cookies vengano scritti sul tuo computer. Questa autorizzazione può essere revocata.