Blog header

 I Figli della Valle dei Templi salutano con entusiasmo e reverenza il Master Roosevelt in Scienze della Polis (su cui di veda MASTER ROOSEVELT IN SCIENZE DELLA POLIS: Piano di studi, Docenti e modalità per chiedere l’ammissione al primo ciclo di studi).

La cultura è e sarà sempre un’arma potentissima e micidiale contro ogni progetto di abbrutimento e schiavitù di massa.

La vera cultura della Polis, poi, è cibo per la memoria e difesa immunitaria da ogni tentativo di manipolazione, individuale e collettivo.

Ripercorrendo velocemente un tratto di storia che si sta ripetendo in modo ciclico, ci accorgiamo che dalle maschere delle tragedie greche a quelle pirandelliane, da quelle ante qualcosa o qualcuno fino alle maschere contemporanee, mille ombre subdole si deformano e si riconformano con delle logiche diventate ormai formule magiche.

Formule quasi perfette, formule sperimentate ripetutamente sul campo occidentale e orientale, con risultati fortunatamente per noi ancora non definitivi nella piena attuazione del disegno neofeudale di schiavitù di massa: un progetto che oggi fatica e arranca, però…

Oggi, in questi tempi di kaos studiato, pianificato e imposto spesso brutalmente, assistiamo in tempi brevi alla comparsa di maschere costrette a deformarsi e a riformarsi sotto mentite spoglie.

I tempi del kaos sono anche quelli dei finti e strumentali outsiders. E per far si che questi ultimi vengano creati, occorrono due elementi: 1) la formazione degli outsiders 2) il consenso agli outsiders nei loro settori d'intervento, come ad esempio l'economia, il crimine organizzato, la politica ecc.;

Dopo aver istruito e standardizzato questi apparenti outsiders, si passa al punto 2): produrre consenso intorno ad essi, mettendo in campo tutte le risorse umane ed economiche possibili ed immaginabili.

Individuati dapprima i nuovi outsiders nel passaggio di consegne dai vecchi (altrettanto fedeli al “progetto”) ed espletate le procedure iniziali e i vari giuramenti di fedeltà incondizionata al piano di distruzione della sovranità popolare, i progettisti con il loro sistema depurativo creano i fanghi che serviranno a far riconoscere i nuovi outsiders come i professionisti dell'antimafia, dell'antipolitica, dell'anti-austerità ecc. Contestualmente, si provvede ad eliminare i vecchi outsiders dei vari settori.

La creazione e la ridistribuzione del consenso si avvale di una filiera oleata e perfezionata nel tempo, una rete distribuita in modo capillare su tutti i territori da invadere.

E al momento stabilito, inizia il procedimento, articolato solitamente in queste fasi:

1)      Fase 1 – creazione di insicurezza, malessere economico e sociale;

2)      Fase 2 -  domanda – offerta della protezione;

3)      Fase 3 -  domanda -  offerta della serenità sociale;

4)      Fase 4 -  individuazione del responsabile principale di questo malessere diffuso, cioè il nemico. 

Nella prima fase, gli attori principali sono gli outsiders dell'organizzazione criminale, del mondo economico e del mondo del terzo settore, quello sociale. Costoro si preoccupano di creare il vuoto economico in qualsiasi modo e con qualsiasi mezzo: dapprima calamitano le aziende sane, le accarezzano, le coccolano, le sponsorizzano e le finanziano con un virus micidiale creato dai grandi e intelligenti sistemi, fino a portarli al collasso, con mezzi vari.

Successivamente, ci si preoccupa dell'operazione marketing, quella con cui si confeziona il nuovo prodotto di protezione e ri-ordinamento, da contrapporre al caos e al disagio che è stato artificiosamente e dolosamente creato.

Oggi, però, anche i nuovi outsiders cominciano a sgretolarsi, mentre i progettisti nefasti di cui sopra sembrano nervosi e in difficoltà, perché le loro carte da gioco sono sempre più scoperte…

Secondo noi, questo è il momento propizio per arrestare traumaticamente sia le pantomime degli outsiders che le trame dei loro mandanti “insiders”.

Come?

Con un nuovo paradigma della memoria (mediante la formazione di una vera cultura politica a 360 gradi, messa a disposizione di classi dirigenti e semplici cittadini, senza barriere di tipo censitario: di qui il nostro plauso all’iniziativa illustrata in MASTER ROOSEVELT IN SCIENZE DELLA POLIS: Piano di studi, Docenti e modalità per chiedere l’ammissione al primo ciclo di studi clicca per leggere) e con un nuovo stile dell’azione: di qui la nostra convinta adesione, sin dalla prima ora, al Movimento Roosevelt (www.movimentoroosevelt.com), originalissima e avanguardistica entità politica metapartitica.

Ad Maiora Semper a tutte le Rooseveltiane e a tutti i Rooseveltiani


Chiara Di Salvo e Peppe Spallino, Figli della Valle dei Templi.


(Articolo del 18 Aprile 2016)

Aggiungi commento


Translate

Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio Video Gioele Magaldi

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300

Massoneria on air archivio 300