Blog header

Gioele Magaldi, Gianfranco Pecoraro (Carpeoro), Roberto Hechich, e Emilio Ciardiello discutono di Brexit e Italexit, analizzando le motivazioni del popolo britannico e dei gruppi di interesse che hanno appoggiato la campagna per l'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea.
Vengono analizzati anche i conflitti sociali che possono emergere dall'uscita del Regno Unito: dalla Scozia, all'Irlanda.
Data la caratura degli ospiti è impossibile non spaziare anche su altri argomenti come il conflitto tra Erdogan e il popolo curdo e gli interessi relativi ai giacimenti di gas nel mediterraneo.
Alla fine della riunione gli obiettivi sono limpidamente comuni: democrazia, libertà, giustizia sociale e un ritorno al modello economico keynesiano. Come lo si può fare? Aprendo più forni.

*Purtroppo ci sono stati problemi tecnici subito prima della connessione. Per il prossimo appuntamento sarà tutto risolto. Intanto godiamoci i contenuti, nonostante un audio/video che deve migliorare.

https://youtu.be/iwadjU77ftM

Commenti   

0 # brexit e italexit?beppe pal 2019-10-18 19:07
Dispiace che il video di due ore sia di qualità non buona, da ascolto faticosissimo e non sempre chiaro. Una fatica cui non mi sono sottoposto. Perché avrei voluto sentire dei possibili conflitti sociali, di Erdogan, Curdi, di brexit e italexit.
Disponibile c’è solo l’ottima traccia-intervento di Heidick che analizza le differenze delle isole britanniche. Pur tuttavia il pro o contro l’exit non hanno solo sfumatura socio psicologiche, sono anche indotti da forze mediatiche finanziate da chi è pro o chi è contro.
Detto che l’Inghilterra è il terminale “quasi naturale” Usa in Europa, lo è stato per l’entrata in Euro e lo rimarrà sia in caso di Brexit che non, l’adesione Inglese all’Euro è sempre stato un “dubbio”. E un mistero è senz’altro perché abbia mantenuto la sua divisa… La Francia aveva lo stesso problema con le sue “colonie” e l’ha risolto imponendo la parificazione del CFA all’euro.
Perché l’Inghilterra non ha fatto lo stesso? Forse perché la Nuova Zelanda non è il Congo dove i governanti si sottomettono (leggasi corruzione a volto più o meno scoperto) alle politiche Francesi senza che debbano rispondere al popolo?
Fosse così, questo direbbe della enorme fregatura dell’euro, fregatura ben intesa dai paesi cd Commonwealth ma non dai governanti degli stati europei.
Ed è noto che l’adesione o no all’euro (come pure la dizione plurale della parola euro è variabile e/o invariabile a seconda della scelta dei rappresentanti decisori dei paesi aderenti) è dipeso da poche persone… come un patto tra galantuomini al di sopra del consenso popolare, popolo che poi se l’è trovato tra “capo e collo” quasi come cosa “divina” (non galatuomini e “capo e collo” è l’austerità generalizzata, drammaticamente e tragicamente come in Grecia, a tutta la zona euro).
Tutto è, nel mio semplicistico modo di vedere le cose, poi ulteriormente aggrovigliato da norme clausole, cavilli… in una parola burocratismo su cui “si scontrano” gli analisti pro e contro.
L’euro si è automunito (auto?) di vincolante legislazione sovranazionale… assolutamente antidemocratica perché voluta da pochi e dai stuoli di avvocati messi a disposizione dei “burattinai” di cui poco si parla (e meno si sa).
Il guaio è che tutti i governanti dei paesi eurozona (quindi anche l’area CFA) si sentono vincolati da questa legislazione sovranazionale… e anche questa non potrebbe essere una fregatura ben intesa dai paesi del Commonwealth?
In attesa, per i motivi sopradetti, di leggere le cose anticipate in articolo.
Saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscrizione al Movimento Roosevelt

70,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario).
Effettuando il pagamento con Paypal il rinnovo è automatico di anno in anno

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio MASSONERIA ON AIR

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300

Gestione Cookies

EU e-Privacy Directive

Questo sito web usa i cookie per gestire autenticazione, navigazione, e altre funzioni.
Usando questo sito, si accetta che questi files possano essere scritti sul vostro computer.

Consulta la nostra Privacy Policy

Consulta i documenti della e-Privacy Directive

Hai rifiutato di usare i cookies. Questa azione può essere riveduta.

Hai accettato che i cookies vengano scritti sul tuo computer. Questa autorizzazione può essere revocata.