Blog header

0
0
0
s2sdefault
Il presidente del Movimento Roosevelt: il potere atlantico che oggi accusa il governo Conte per l'intesa con i cinesi è stato il primo ad accogliere il gigante asiatico nel Wto, senza prendere nessuna garanzia democratica né il rispetto delle tutele sindacali per gli operai

L'Italia accerchiata dopo l'accordo con la Cina, che si impegna a far volare l'economia della Penisola puntando sui porti di Genova e Trieste? Siamo attaccati in modo pretestuoso da invidiosi e da smemorati, dichiara Gioele Magaldi, in web-streaming su YouTube con Fabio Frabetti di "Border Nights" il 25 marzo. Francia e Germania contestano che un accordo così strategico scavalchi di fatto l'Ue? Accusa ridicola, sottolinea Magaldi, se viene mossa da chi ha appena siglato il Trattato di Aquisgrana, come se l'Unione Europa neppure esistesse. Sono ipocriti, dice Magaldi, i politici come Macron che vorrebbero imporre proprio all'Italia una cabina di regina europea per la gestione del commercio con Pechino. Quanto ai rimbrotti degli Usa sul fatto che l'Italia stringa accordi con un paese non democratico, Magaldi ricorda che fu proprio il massimo potere statunitense – ben espresso da una struttura come la Trilaterale, incarnata da Kissinger, Rockefeller e Brzezinski – ad accogliere la Cina nel Wto, senza pretendere da Pechino né una svolta democratica né la tutela dei diritti sindacali del lavoro, ben sapendo che in quel modo la Cina avrebbe potuto immettere sul mercato globale prodotti a bassissimo costo.

Del resto, sostiene Magaldi, questa è la natura dell'attuale globalizzazione progettata dalla massoneria sovranazione di segno reazionario, che ha anteposto il business ai diritti umani e alla sovranità democratica. E a questo proposito, aggiunge il presidente del Movimento Roosevelt, nessuno, in Europa, ha oggi le carte in regola: chi pretende democrazia da Pechino non gestisce affatto in modo democratico la stessa governance europea, preferendo il neoliberismo mercantile al libero mercato, e la post-democrazia alla sovranità effettiva delle istituzioni, completamente piegate all'ordoliberismo dell'élite finanziaria. Pur ribadendo la propria fede atlantista, Magaldi critica la stessa Nato, che in passato supportò in Grecia il regime dittatoriale dei colonnelli. La Cina, ammette Magaldi, non è certo un modello di democrazia. E il suo capitalismo, che pure ha fatto progredire rapidamente il paese garantendo un crescente benessere, ha per protagonisti i grandi magnati che hanno acquisito posizioni dominanti, in patria e all'estero, in quanto provenienti dalla ristretta oligarchia del partito comunista. Da qui a contestare l'Italia, però, ne corre: tra i grandi gestori mondiali del vero potere – ribadisce Magaldi – nessuno è estraneo alla vorticosa ascesa della Cina, con la quale l'Italia ha giustamente stretto il recente accordo commerciale.

Secondo Magaldi, il nostro paese dovrebbe insistere proprio nell'interpretare il suo ruolo naturale di "ponte": non solo verso Pechino ma anche verso la Russia, l'Africa e il Medio Oriente, impegnandosi a sviluppare relazioni che, accanto ai commerci, producano una graduale evoluzione democratica dei partner. Tutto questo, per arrivare infine a pretendere – come il Movimento Roosevelt chiederà nel suo convegno del 30 marzo a Londra, con importanti economisti – "Un New Deal Rooseveltiano per l'Italia e l'Europa" per l'Europa, basato sul recupero del capitalismo sociale keynesiano: un forte investimento pubblico per sostenere l'economia e, al tempo stesso, la conquista di istituzioni comunitarie finalmente democratiche.



UFFICIO STAMPA MOVIMENTO ROOSEVELT (www.movimentoroosevelt.com)
Alessio Altieri
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Mobile: +39.3396422626



(Articolo del 26 marzo 2019)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscrizione al Movimento Roosevelt

50,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario)

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio MASSONERIA ON AIR

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300

Gestione Cookies

EU e-Privacy Directive

Questo sito web usa i cookie per gestire autenticazione, navigazione, e altre funzioni.
Usando questo sito, si accetta che questi files possano essere scritti sul vostro computer.

Consulta la nostra Privacy Policy

Consulta i documenti della e-Privacy Directive

Hai rifiutato di usare i cookies. Questa azione può essere riveduta.

Hai accettato che i cookies vengano scritti sul tuo computer. Questa autorizzazione può essere revocata.