Blog header

0
0
0
s2sdefault

ROGHI ,E TERMOVALORIZZATORI

Riallacciandomi a quanto detto nell’articolo precedente sui roghi di milano e l’ambiente in generalec’e da aggiungere,che non solo le “mafie”speculano,su queste tematiche,ma ci sono delle lobby potenti che impediscono il diffondersi di tecnologie “pulite”,che porterebbero davvero alla realizzazione della economia circolare.

Parlo in particolare di esempi che il ministro Galletti(del governo Gentiloni) in una visita nel comune di Peccioli,in provincia di Pisa ha definito,una eccellenza da diffondere su tutto il territorio nazionale.

Di che si tratta?

Della cosa piu’ semplice al mondo;

Si mettono i rifiuti a strati intervallati da materiali inerti grossolani,per far circolare il gas che si sprigiona ,che viene raccolto da un reticolo di tubi ,ed essere inviato a un impianto di lavaggio,da li bruciato nei motori,che producono energia elettrica.Oggi ne viene prodotta con questo”semplice sistema diverse MW,

Ma la cosa piu’ sensazionale e che all’interno della discarica non esiste cattivo odore,ed e’ stato creato un centro per convegni/congressi e addirittura un anfiteatro dove per l’naugurazione si e’ esibita l’orchestra del maggio fiorentino.

La discarica da sito “nemico” degli abitanti a strumento che genera ricchezza,per il comune proprietario insieme ai cittadini,delle quote societarie;62% comune,38% cittadini.

Perche’ allora assistiamo sempre piu’ spesso a discariche che prendono fuoco,cattivi odori che arrivano a centinaia di metri di distanza,che creano effetti dannosi sulla salute delle persone?

Una riflessione si pone qualunque sia il motivo che porta nella direzione opposta

L’altra tecnologia che tutti osteggiano partendo dalla l’obby dei termovalorizzatori,e anche dei petrolieri,e’ la tecnologia che trasgorma la plastica direttamente in gasolio.

Il 30%(forse piu’ perche’ i dati non sono sicuri per difetto)della plastica che non va nella filiera del riciclo,va in discariche,e interrata,ben sapendo che fra 500 anni sara’ ancora li .

Non si parla di quantita’ modiche ma di centinaia di migliaia di tonnellate,e quando no va in discarica va da qualche altra parte magari all’estero gestita da chissa’ quale organizzazione.

Proprio in questi giorni ho saputo che in qualche paese africano si sono accumulate 15 milioni di tonnellate di plastica.

Salterei di gioia se questa fosse stata prodotta dagli abitanti,perche’ vorrebbe dire che in questo paese ,finalmente si sarebbe raggiunto un tenore di vita tale da spendere anche in detersivi,bevande ecc. ma non e’ cosi purtroppo,per queste popolazioni.

 

Parlavo di tecnologie.

Tecnologie che producono direttamente gasolio dalla plastica ,lavorando a temperature inferiori a 500°,non producendo,emissioni pericolose,che invece nonostante tutti gli accorgimenti possono avvenire con i termovalorizzatori.

Questa tecnologia non viene autorizzata perche’la legge italiana,e vari regolamenti regionali la equiparano all’iter autorizzativo di un termovalorizzatore,e sappiamo benissimo ,che i cittadini giustamente,quando sentono quella parolina formano subito un comitato poi finanziato non si sa bene da chi.

Credo che il nostro movimento,debba farsi carico anche di questi problemi ,perche’ la salute delle persone si difende anche con leggi e decreti che favoriscano,nuove idee e tecnologie.

Dobbiamo riformare l’impianto legislativo che regola la gestione dei rifiuti,premiando quelle idede che davvero creeino quella economia circolare che tutti a parole vogliono ma che nei fatti nessuno lavora perche’ si realizzi.

Dobbiamo lavorare per il recupero,di tutti i rifiuti che possono dare,di nuovo materia prima,risparmiando sulle importazioni e creando decine e decine di posti di lavoro.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscrizione al Movimento Roosevelt

50,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario)

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio MASSONERIA ON AIR

Massoneria on air archivio

Massoneria on air archivio 300

Gestione Cookies

EU e-Privacy Directive

Questo sito web usa i cookie per gestire autenticazione, navigazione, e altre funzioni.
Usando questo sito, si accetta che questi files possano essere scritti sul vostro computer.

Consulta la nostra Privacy Policy

Consulta i documenti della e-Privacy Directive

Hai rifiutato di usare i cookies. Questa azione può essere riveduta.

Hai accettato che i cookies vengano scritti sul tuo computer. Questa autorizzazione può essere revocata.