Blog header

0
0
0
s2sdefault
Da qualche anno sono iscritto al FAI, il Fondo Ambiente Italiano. Il Fai è una fondazione che privatamente ristruttura e rilancia luoghi di interesse naturalistico e ambientale mettendoli a disposizione del pubblico, sostituendosi cioè, a iniziative che dovrebbero essere dello stato, ma facendolo egregiamente e con ottimi risultati.
La mia idea è di creare una Fondazione Movimento Roosevelt o una charity. Sto studiando con alcuni soci quale può essere l’opzione migliore (Leni Remedios e Giulio Grilli in particolare), che possa contemplare un lavoro doppio, italiano, ma anche europeo, con particolare riferimento ai soci dell’attivissimo MR inglese (in un’epoca di divisioni e di Brexit noi lavoriamo insieme). L’iniziativa è volta a creare un movimento di capitali attorno e all’interno del Movimento Roosevelt, sia in un’ottica di raccolta di fondi pubblici, sia in una prospettiva di sponsorizzazioni. Come già spiegato in miei precedenti interventi video, sono pienamente convinto che i diritti abbiano appeal anche dal punto di vista commerciale. Si potrebbero cioè coinvolgere degli sponsor che vogliano associare la loro immagine a quella dei diritti.
Una charity o una fondazione creerebbero un flusso economico che ci permetterebbe:
1)Di avere soldi per la Roosevelt Communications e quindi fondi per la pubblicazione di libri, film, fumetti, giornali, riviste, siti web targati MR.
2)Di avere denaro per le iniziative sul territorio: seminari, convegni, manifestazioni.
3)Di dare lavoro ai soci rooseveltiani più attivi e meritevoli, uscendo dalla logica del “dopo-lavorismo” e del volontariato. Mi piacerebbe cioè creare una struttura con delle figure fisse stipendiate, nei ruoli per esempio di ufficio stampa, gestione sito web e social, promozione, raccolta fondi, comunicazione etc.
In questa prospettiva mi piacerebbe che chiunque abbia competenze su questi temi si possa attivare per aiutarci a individuare quale potrebbe essere l'opzione migliore. Mi piacerebbe altresì che si generasse un dibattito (so che a Londra Leni ha già accennato alla questione) per capire i soci cosa ne pensano.

CONTINUA...

Commenti   

0 # RE: IL MIO PROGRAMMA pt2: CREARE UNA FONDAZIONE O UNA CHARITYFilippo Albertin 2017-12-14 07:28
Da che mondo è mondo, i soldi servono... Ma non sono tutto... Certamente le idee espresse in questo articolo sono assolutamente sane, anche se credo che la parte strettamente legata alle risorse debba necessariamente passare attraverso uno sfruttamento iniziale dell'esistente per creare (1) una struttura di persone motivate e competenti, organizzate per ruolo e settori di appartenenza, (2) una modalità efficace di comunicazione progettuale tra sezioni territoriali, (3) un piano di coinvolgimento non solo di singoli tesserati, ma anche di progetti preesistenti animati anche da altri partiti, con particolare riferimento ai movimenti neosocialisti e socialdemocratici, nonché al radicali, o ad altre forme di iniziativa popolare trasversale. In altre parole, credo che l'azione di "sponsorizzazione politica" (o metapartitica) passi necessariamente attraverso un meccanismo di "ricompilazione" degli orientamenti statutari - ottimi, ma per forza di cose astratti - in precise azioni da compiere su scala sia territoriale che nazionale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Iscrizione al Movimento Roosevelt

50,00€

Iscrizione / Rinnovo annuale (1 anno - 365 giorni dalla data dell'iscrizione) al Movimento Roosevelt. (Pagamento con PayPal o bonifico bancario)

Iscriviti al Movimento Roosevelt e fai sentire la tua voce scrivendo sul Blog!

Login Form

Cerca nel Blog

Archivio MASSONERIA ON AIR

Massoneria on air archivio

Gestione Cookies

EU e-Privacy Directive

Questo sito web usa i cookie per gestire autenticazione, navigazione, e altre funzioni.
Usando questo sito, si accetta che questi files possano essere scritti sul vostro computer.

Consulta la nostra Privacy Policy

Consulta i documenti della e-Privacy Directive

Hai rifiutato di usare i cookies. Questa azione può essere riveduta.

Hai accettato che i cookies vengano scritti sul tuo computer. Questa autorizzazione può essere revocata.